Coronavirus, hanno terrorizzato l’Italia perchè non sanno affrontare l’emergenza, dice un medico

0
2

Il medico, in un video pubblicato sui social, ha parlato della situazione attuale e della cattiva gestione dell’emergenza che, a suo dire, ha allungato i tempi dell’epidemia. 

Fabrizio Lucherini Coronavirus - Leggilo.org

 

Fabrizio Lucherini, medico, Responsabile del Servizio di Diagnostica per Immagini al Nomentana Hospital, ha pubblicato un video sulle sue pagine social dove attacca pesantemente il Governo e la Protezione Civile per la gestione dell’emergenza sanitaria dell’epidemia da Covid-19. Il Dottore, nel video pubblicato sul suo canale ha parlato dei dati diffusi dalle Autorità, sostenendo gravi inadempienze: “Questi dati sono falsi. Un rapporto tra chi guarisce e chi muore lo fai soltanto quando hai la certezza di quanti sono i malati. Se non si fanno i tamponi a tutti non si possono sapere queste cose”. E continua: “Io, medico a contatto e sintomatico, non vengono annoverato nei dati e probabilmente sono un contagiato.Non fatevi abbindolare, non è così che si fanno le cose per bene”. E ancora: “Molti non rientrano nelle statistiche. Vi dico che, alla fine dell’epidemia, scopriremo che la mortalità di questo virus è dell’1 o 1,5%.”.

I numeri diramati dalla Protezione Civile sono oggetto di un acceso dibattito, partito dalla Comunità Scientifica e trasferitosi all’area politica, che negli ultimi giorni sta occupando sempre più spazio nei media. Lo stesso Capo della PC, Angelo Borrelli, in un’intervista rilasciata a Repubblica, ha ammesso: “Il rapporto di un malato certificato ogni dieci non censiti è credibile. Che senso ha fornire quei dati?. Mi sono posto anch’io il problema. Possono essere dati imperfetti, ma dal primo giorno ho assicurato che avrei detto la verità, è un impegno che ho preso con il Paese”. 

Il Dottor Lucherini spiega: “Non vi impaurite, questo virus è pericoloso, per carità, ma non come cercano di farci credere. La scelta di chiudere tutta la nazione è dettata dal fatto che non possiamo fare i tamponi, hanno chiuso una nazione, ma ti rendi conto? Una follia” E ha proseguito “In Italia il tampone ormai si fa solo a quelli che arrivano in ospedale. In Cina, Corea del Sud e in Germania lo stanno facendo a tutti, e hanno dati corretti”. Il problema, spiega il medico, non sono certo i tamponi, di facile produzione qualora occorresse, bensì del materiale, ma anche dei tecnici di laboratorio, che occorrono per analizzare quei tamponi: “Nel nostro Paese mancano i reagenti, i microscopi, il personale che verifica i tamponi. E questo perchè hanno tagliato la sanità”. Il Dottore, profondo conoscitore della situazione romana e laziale, attacca il Governatore Nicola Zingaretti: “Caro Zingaretti, se non possiamo fare questi tamponi è colpa tua, e di anche altri politici, che hanno fatto tagli enormi. Anche la richiesta di medici di questi giorni, come soddisfarla se hai il numero chiuso nelle Università? Si fa tutto per rendere miserabile questa professione”. E conclude: “Questo virus è pericoloso ma non come cercano di farci credere. Hanno chiuso un’Italia intera perchè non hanno i tamponi. Hanno gestito male tutto dall’inizio”.

 

Fonte: Pagina Ufficiale Fabrizio Luccherini, Repubblica

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here