Visite e incontri nella casa di riposo: 69 anziani contagiati in poche ore

0
3

La residenza assistita per anziani “Villa delle Palme” è uno dei tre focolai siciliani del Covid-19. La cittadina è diventata una zona rossa dalla quale non si può né entrare né uscire.

E’ allarme nelle nelle case di riposo a causa dei contagi da Coronavirus. Villafrati, paese del palermitano, è stato dichiarato “zona rossa”, informa Tgcom24, e a nessuno è consentito di entrare e uscire. A stabilirlo, un provvedimento varato dal Presidente della Regione dopo che 69 persone sono state contagiate a “Villa delle Palme”. La residenza assistita per anziani è ufficialmente uno dei tre focolai siciliani del Covid-19. Il provvedimento è arrivato dopo il risultato dei 150 tamponi effettuati sul personale e gli ospiti della struttura. Oltre ai 16 anziani trovati positivi sabato scorso, sono risultati positivi altri 53 test. Salgono dunque a 69 le persone contagiate dal Coronavirus.

L’allarme era scattato attorno al 5 marzo, quando a Villa delle Palme alcuni anziani avevano cominciato ad accusare febbre e tosse. Da quel momento la Residenza sanitaria assistita non ha più consentito l’ingresso ai familiari in quanto sarebbe stata proprio la visita di una parente proveniente dal Nord a uno degli assistiti ad aver causato il contagio nella casa di riposo.

Fra i contagiati, c’è anche un anziano di 90 anni morto ieri nell’ospedale di Partinico, dove sono tutt’ora ricoverati altri nove pazienti che erano ospiti della struttura. A rischio ci sono anche i 3mila abitanti del piccolo centro della provincia, oltre che quelli limitrofi. Infatti, i dipendenti risultati positivi provengono infatti da 17 comuni della zona, al confine fra la provincia di Palermo e quella di Agrigento. Per tutti scatterà la quarantena così come per i familiari e le persone con cui sono venute a contatto nelle ultime settimane.

A dare la notizia è stato il sindaco di Villafrati, Franco Agnello, in una diretta Facebook. L’ordinanza di chiusura è stata invece data dal Presidente della Regione Nello Musumeci. Fino al 15 aprile, nel piccolo centro palermitano ci sarà il divieto di accesso e di allontanamento dal territorio comunale e la sospensione di ogni attività degli uffici pubblici, ad eccezione dei servizi essenziali e di pubblica utilità. Potranno entrare e uscire dal paese solo gli operatori sanitari e socio-sanitari, il personale impegnato nell’assistenza alle attività inerenti l’emergenza.
Il sindaco ha invitato i cittadini a restare forti e ha assicurato il mantenimento dei beni essenziali per tutti.

“Noi abbiamo cinque strutture per anziani nel comune, cinque eccellenze. Dobbiamo scongiurare che ci possa essere il contagio in altre realtà. Invito tutti i cittadini a rispettare le disposizioni. Una volta che sapremo chi sono i positivi le famiglie dovranno osservare una quarantena. Saranno tutti controllati”, ha detto il Sindaco.

Pubblicato da Franco Agnello su Lunedì 23 marzo 2020

Fonte: Franco Agnello Facebook, Tgcom24

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here