Home Cronaca Coronavirus, Vittorio Sgarbi: “Io non credo alla pestilenza, non c’è nulla. Ribellatevi”

Coronavirus, Vittorio Sgarbi: “Io non credo alla pestilenza, non c’è nulla. Ribellatevi”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:09
CONDIVIDI

L’onorevole Vittorio Sgarbi torna ad esprimersi sul Coronavirus. E ribadisce che – a suo avviso – l’emergenza non esiste. L’opinione di Sgarbi è del tutto controcorrente rispetto a quanto detto dai virologi.

coronavirus sgarbi non esiste emergenza

In Italia casi di contagio alla data del 9 marzo sono stati 9173 con 463 decessi, annota il Corriere dalla Sera secondo i dati forniti dalla Protezione Civile. E tuttavia i numeri non convincono, non tutti. “Io non credo al Coronavirus“. Questa il succo del discorso che l’onorevole Vittorio Sgarbi ha postato in un video sul Facebook. Il famoso critico dell’arte e deputato del Gruppo Misto torna a ribadire quanto aveva già asserito un paio di settimane fa alla Camera: non esiste nessuna emergenza relativa al Coronavirus. Sgarbi torna a sostenere che è del tutto assurdo bloccare un intero Paese per qualcosa che – a suo dire – non esiste. “Non sta accadendo nulla di nuovo. Non è che uno è improvvismanete diventato nero e si è riempito di bolle. In inverno ci siamo sempre ammalati di influenze e polmoniti”. E minimizza la presunta gravità del virus asserendo che se fosse così potente allora non dovrebbe calare con le temperature alte come gli stessi medici hanno ipotizzato. “Un virus così potente che con 26 gradi scompare. Ma che virus è? “.

Mentre il   famoso virolo Roberto Burioni recentemente – ha riportato Adnkronos – ha dichiarato che tutti sono morti a causa del Coronavirus, Vittorio Sgarbi asserisce l’opposto e sostiene che i deceduti, per lo più anziani, sarebbero morti comunque. Inoltre il professor Burioni, come anche altri virologi e infettivologi, sottolineano che non si tratta di una semplice influenza e che dobbiamo restare a casa il più possibile. Sgarbi, invece, invita a fare il contrario. L’onorevole invita tutti ad uscire e a visitare proprio le “zone rosse” poiché ricche di chiese e musei. E con la sua nota tipicamente sprezzante chiede: “Ma chi caspita è Burioni? Cosa ha scoperto Burioni? Il virus del buco del culo ha scoperto, ecco!” . Parole poco tenere anche verso il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella che – a suo parere – avrebbe fatto un discorso senza senso: “Mattarella invita tutti, al tempo stesso, a preoccuparsi e a non preoccuparsi”. E poca fiducia nel Governo composto – secondo l’onorevole Sgarbi – da persone con poca competenza in materia.

Tuttavia l’onorevole riconosce l’esistenza di un problema reale: la mancanza di sufficienti posti letto nei reparti di terapia intensiva degli ospedali. Questa è, infatti, la vera emergenza. Mentre tutto il resto è una montatura. “Ma chi è che sta male? Nessuno sta male. Pure voi a Codogno, vi dico uscite che non vi succede niente”.

In effetti per molti il Coronavirus è stato come una normale influenza. La Stampa – solo la scorsa settimana – ha raccolto le testimonianze di 3 medici guariti. In tutti e tre i casi si è trattato di parsone giovani e senza particolari disturbi. Una dei tre, addirittura, ha dichiarato: “Il mio collega, negativo al test, con una semplice influenza era messo molto peggio di me“.

Fonte: Adnkronos, La Stampa, Vittorio Sgarbi Facebook

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]