Home Politica Graziano Delrio: “Le multe alle Ong sono assurde e le cancelleremo”

Graziano Delrio: “Le multe alle Ong sono assurde e le cancelleremo”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:22
CONDIVIDI

L’ex Ministro dei Trasporti, Graziano Delrio, ospite nella trasmissione Otto e Mezzo, ha definito sbagliati i Decreti sicurezza e “assurde” le multe contro le navi Ong.

delrio multe ong assurde

Questa settimana il Governo Conte bis sta discutendo le modifche ai Decreti sicurezza proposte dal nuovo Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese. Erano mesi che la numero uno del Viminale parlava di modifiche e ora, finalmente, è riuscita a portare le proposte sul tavolo delle forze di Governo. Il Ministro Lamorgese, qualche giorno fa, aveva anticipato che uno dei punti focali su cui concentrarsi sarebbero state le navi Ong, in particolare le norme dei dei Decreti in cui si prevedono multe e sequestro per le navi che violino le leggi italiane, come accadde per la Sea Watch 3 capitanata dalla tedesca Carola Rackete.

Su questo aspetto è tornato anche l’ex Ministro dei Trasporti, il Dem Graziano Delrio. Durante un collegamento con l la trasmissione Otto e Mezzo, condotta dalla giornalista Lilli Gruber su La7, Delrio ha definito assurde le multe contro le navi Ong: “Vogliono solo essere una esibizione muscolare, sono proprio assurde“. Stessa opinione  del Ministro Luciana Lamorgese che, fin dall’inizio del suo incarico, ha subito dimostrato di voler attuare rispetto alle Ong una politica molto diversa da quella del suo predecessore, il leader della Lega Matteo Salvini.

L’ex Ministro Delrio ha sostenuto che i Decreti sicurezza hanno trasformato immigrati che stavano seguendo percorsi d’integrazione, in “fantasmi che girano per le nostre città“. In pratica avrebbero peggiorato e non migliorato il problema dell’immigrazione clandestina. Al fine di lavorare sul concetto d’integrazione, il Ministro Lamorgese nei mesi scorsi ha indetto dei bandi per finanziare le Ong. Tra le modifiche ai Decreti si lavora per estendere i casi i cui sarà possibile rilasciare il permesso di soggiorno e inserire i richiedenti asilo nelle liste dell’anagrafe dei Comuni. Non verranno toccate, invece, le misure contro la mafia contenute nei due Decreti sicurezza. In quanto – sostiene Delrio – “Per noi non è una questione ideologica ma amministrativa. Dunque ciò che ha funzionato verrà mantenuto”.

Nonostante l’impegno e il lavoro dei giallorossi per modificare i Decreti varati durante il primo Governo Conte su spinta della Lega, c’è chi ritiene che non si stia ancora facendo abbastanza. Lo scrittore e fondatore di Emergency Gino Strada – come ha riportato Il Giornale – ritiene che un Governo serio avrebbe dovuto immediatamente abrogarli mentre Dem e Cinque Stelle stanno solo facendo un “lifting” alle leggi salviniane.

Fonte: Il Giornale,

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]