Caso Gregoretti, il PD contro Casellati: “Non è imparziale”

0
2

La giunta del Senato presieduta dalla Presidente Elisabetta Casellati ha deciso che si voterà lunedì 20 gennaio per stabilire se mandare a processo il leader della Lega Matteo Salvini in merito al caso Gregoretti. Gli esponenti Dem accusano Casellati di non essere imparziale.

gregoretti pd accusa casellati

Il termine ultimo per decidere se mandare o no al processo il leader della Lega Matteo Salvini in merito al caso della nave della Guardia costiera Gregoretti, sarebbe stato il 17 gennaio. Ma – riferisce la Repubblica – la Giunta per le immunità del Senato voterà lunedì 20 gennaio, 3 giorni oltre il termine stabilito. I pareri erano discordanti: alcuni senatori avrebbero voluto procedere il 17 mentre altri erano a favore di rinviare al 20. Decisivo è stato il voto del Presidente del Senato Elisabetta Casellati che, con la sua decisione, di posticipare di tre giorni l’autorizzazione a procedere, si è attirata le ire degli esponenti del Partito Democratico. “Il Presidente Casellati ha buttato giù la maschera e ha dimostrato di non essere imparziale ma di voler favorire Matteo Salvini. Qui c’è a rischio la democrazia del paese”. Queste – riporta SkyTg24 – sono state le parole di Andrea Marcucci, capogruppo dei Dem al Senato. Marcucci ha anche profilato l’ipotesi che i senatori Dem potrebbero rifiutarsi di partecipare alla votazione del 20 gennaio. Dal canto suo il Presidente Casellati ha ribattuto ai Dem che non si può giudicare imparziale solo ciò che va a proprio favore  e ritenere di parte ciò che, pur negli interessi degli impegni del Senato, non è in linea con gli interessi del proprio Partito.

Nella fattispecie ricordiamo che l’ex Ministro dell’Interno Matteo Salvini è accusato di aver sequestrato per 4 giorni i migranti a bordo della nave della Guardia Costiera Gregoretti non dando  loro la possibilità di sbarcare. Tuttavia lo sbarco avvenne dopo che altri paesi europei si resero disponibili ad aiutare l’Italia accogliendo una parte degli immigrati. Infatti secondo alcuni ex esponenti della magistratura come l’ex magistrato Carlo Nordio, le accuse contro Salvini sarebbero infondate e si tratterebbe solo di strategia politica da parte dei giallorossi per eliminare il rivale più temibile. Il capo del Carroccio Matteo Salvini nelle ultime ore ha dichiarato: “Mi pare ovvio che PD, Italia Viva e M5S abbiano la maggioranza. Se vogliono mandarmi a processo lo facciano e basta. Io so di aver agito per il bene degli italiani e so che il popolo è dalla mia parte”.

Fonte: Repubblica, SkyTg24.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui