Home Politica Open Arms, la Procura invia la Polizia Giudiziaria nella sede della Guardia...

Open Arms, la Procura invia la Polizia Giudiziaria nella sede della Guardia Costiera

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:16
CONDIVIDI

Nella sede della Guardia costiera a Roma è arrivata la Polizia giudiziaria, inviata da Salvatore Vella, che coordina l’inchiesta aperta dalla Procura di Agrigento sulla Open Arms. 

Patronaggio apre inchiesta - Leggilo

Dopo che la Procura della Repubblica di Agrigento ha aperto un fascicolo d’inchiesta a carico di ignoti, con l’ipotesi di reato di sequestro di persona sulla vicenda della Open Arms, nella sede della Guardia costiera a Roma è arrivata la polizia giudiziaria, inviata dal Procuratore aggiunto di Agrigento Salvatore Vella. Tra i documenti che sono stati acquisiti, anche la comunicazione con cui il centro di ricerca e soccorso di Roma scrive al Ministero dell’Interno di procedere’senza indugio all’attracco della nave in banchina.

L’apertura dell’inchiesta, definita un atto dovuto – informa Ansa – è stata conseguente all’esposto presentato dai legali della Ong spagnola. Gli avvocati hanno chiesto di procedere per sequestro di persona, violenza privata e abuso in atti d’ufficio. Sul caso Open Arms era stato  già aperto un fascicolo per l’ipotesi di reato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Entrambi i filoni dell’inchiesta sono coordinati dal procuratore aggiunto Salvatore Vella.

Tuttavia, la situazione è comunque critica e in stallo per i restanti 134 migranti di cui circa 30 minori, in attesa dell’autorizzazione a sbarcare. Autorizzazione che, anche in caso di emergenza sanitaria, spetta alla Prefettura. Intanto, informa Il Sole 24 ore, il Viminale ha dato mandato all’Avvocatura dello Stato di presentare il ricorso al Consiglio di Stato contro l’ordinanza del Tribunale amministrativo. Il ricorso, però, dovrà avere il via libera da palazzo Chigi. La situazione si aggrava dopo che il medico di Lampedusa ha smentito le notizie, fornite dalla Ong, circa le condizioni di salute dei migranti a bordo. Ieri, infatti, altri 3 sono stati fatti sbarcare. 13 in totale quelli scesi dall’imbarcazione ma il medico ha smentito la gravità del loro status fisico. Il più grave di loro, infatti, sarebbe affetto da un otite.

Fonte: Il Sole 24 ore, Ansa

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]