Home Politica Tassazione al 5%, mare e sole: la vita di Crocetta è in...

Tassazione al 5%, mare e sole: la vita di Crocetta è in Tunisia, quel porto non sicuro

CONDIVIDI

L’ex presidente della Sicilia Rosario Crocetta si è trasferito da alcuni in mesi in Tunisia, dove ha deciso di godersi la pensione il più possibile lontano dalla sua isola, godendo dei benefici di una pensione tassata al 5%.

Crocetta nuova vita in Tunisia  - Leggilo

Rosario Crocetta ha cambiato vita, da quando ha lasciato Gela per trasferirsi – ormai da qualche mese – nella zona di Mahdia, cittadina della costa a sud di Monastir, in Tunisia, spinto dall’interesse per il mondo arabo e per la vicinanza all’Islam. Dichiaratamente omosessuale, il Governatore della Regione Sicilia era salito al potere con una coalizione di centrosinistra, nel 2012. Sperava in un cambiamento e invece la sua parentesi politica è finita in Tribunale, al processo “Polis” che ha visto coinvolti politici, imprenditori e boss legati alla mafia per corruzione e favori.

Dopo lo scandalo, l’ex governatore ha venduto la casa a Gela – raccontava in un’intervista a La Sicilia -, comprato casa in Tunisia e cambiato vita, godendo dei benefici di una pensione tassata al 5%. “Qui vivo bene, è conveniente, la Sicilia è la mia terra e vado quando posso. Ma, essendo modesto pensionato, non potevo permettermi tre case”, raccontava l’ex governatore. Eppure Crocetta ha la pensione da europarlamentare, essendo stato a Strasburgo come eurodeputato del PD dal 2009 al 2012; poi quella da ex consigliere regionale siciliano, carica che sommava alla presidenza della Regione. “Vado in pensione con 525 euro, ma la legge l’ho fatta io e non mi pento”, disse Crocetta subito dopo aver annunciato il ritiro dalle regionali del 2017.

Negli anni, comunque, ciò che deve avere accumulato non è proprio una cifra da nulla. Certo, qualcosa sarà andato via tra i procedimenti giudiziari, risarcimenti e processi. Ma sono ricordi lontani: la nuova vita è in Tunisia, in vacanza, tra nuove persone, in mezzo al mare. Quella Tunisia, però, che oggi è considerato porto non sicuro e dove nessuna Ong vuole portare i migranti. Anche lo psichiatra Alessandro Meluzzi, a Quarta repubblica, su Rete4, aveva ribadito il concetto di come, nonostante si dica che non sia un posto sicuro, esistono resort e villaggi di lusso. Ma Crocetta sta bene e non sembra preoccuparsi, ormai, del lontano mondo dalla politica: “Sia chiaro, non sto scappando. Continuo la mia vita low profile, mi farò i miei processi. Sono molto rispettoso della Magistratura. Sono felice. Posso avere il diritto di esserlo?, diceva al quotidiano locale.

"Questo è un fenomeno è una strategia. La Tunisia non sarebbe un porto sicuro quando ci sono i club vacanze? O facciamo…

Pubblicato da Quarta Repubblica su Lunedì 24 giugno 2019

Fonte: La Sicilia, Quarta Repubblica Facebook

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: fact@leggilo.org

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: contro@leggilo.org
Scarica l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore