Home Politica Matteo Renzi presentatore, rifiutato da Rai e Mediaset: solo la Nove gli...

Matteo Renzi presentatore, rifiutato da Rai e Mediaset: solo la Nove gli apre le porte

CONDIVIDI

Matteo Renzi sveste i panni dell’uomo politico per indossare quelli del presentatore: il suo documentario su Firenze andrà in onda prossimamente.

Una serie in quattro puntate, Firenze secondo me, nelle quali l’ex premier Matteo Renzi racconterà la bellissima città toscana. Il documentario stava per essere acquistato da Mediaset, ma alla fine andrà in onda sulla Nove, il canale in chiaro del gruppo Discovery, di sabato in prima serata a partire dal 15 dicembre.

Matteo Renzi racconta Firenze in un documentario

Le meraviglie del capoluogo toscano: da Palazzo Vecchio al cuore degli Uffizi, dal corridoio del Vasari alla Basilica di Santa Croce, da Palazzo Pitti al Giardino di Boboli. Matteo Renzi ci guiderà in un viaggio attraverso i luoghi simbolo della città, raccontando gli avvenimenti storici che hanno fatto grande la città toscana. Il documentario è stato realizzato dalla società Arcobaleno Tre di Lucio Presta, uno dei manager dei più importanti personaggi televisivi italiani. La Rai però ha snobbato la cosa e anche Mediaset.

L’ex presidente del Consiglio ha dovuto dunque ripiegare sul canale Nove che si attesta intorno all’1,6 per cento di share. Come se la caverà Renzi da presentatore? Si apriranno per lui le porte di una nuova carriera? Intanto lui dà entusiasta l’annuncio su Facebook“Sono molto felice. Grazie a Lucio Presta e a tutta la sua straordinaria squadra che ha lavorato per mesi sotto il sole di Firenze. E grazie a Discovery che metterà in onda in Italia sulla Nove quello che per me era un sogno e adesso è diventato realtà. Ho sempre pensato che Firenze fosse speciale, capace di tenere insieme la politica e la bellezza, gli scontri e i capolavori, l’innovazione e la poesia, il passato e il futuro. Studiare, vivere, raccontare Firenze ti aiuta a vivere meglio. E in tempi come questi, quando la barbarie attacca la cultura, investire su un progetto educativo per Firenze è una sfida affascinante e difficile. La bellezza salverà il mondo, io ci credo davvero”.

Alessandra Curcio