Home Spettacolo e Gossip Alessandra Martines: “Io, mamma a 49 anni, ma il mio toy boy...

Alessandra Martines: “Io, mamma a 49 anni, ma il mio toy boy mi ha lasciata!”

CONDIVIDI

Un figlio da un uomo molto più giovane: la storia di Alessandra Martines raccontata a Domenica In. 

Nel salotto di Mara Venier, Alessandra Martines si racconta a cuore aperto. L’attrice italiana rivela quello che succederà nel prossimo futuro nella sua vita: a 49 anni è rimasta incinta del suo compagno Cyril Descours. Nonostante l’età, la Martines ha deciso di lanciarsi in questa nuova avventura, ma la sua storia d’amore è terminata prima del previsto.

Alessandra Martines: la fine di un amore e la gravidanza

Fantaghirò ha annunciato la fine della sua storia con l’uomo che l’ha resa mamma a 49 anni e che era di 20 anni più giovane di lei. A Domenica In quello di Alessandra Martines è un racconto intenso, che prende spunto da un argomento molto dibattuto: le «mamme-nonne», ovvero quelle donne che, per svariati motivi, si trovano a dover affrontare una gravidanza in età avanzata, o comunque in un’età in cui solitamente si pensa più a crescere nipoti che a fare figli.

Alessandra Martines mamma a 49 anni: “Questo bambini è stato fortemente voluto”

Come ha preso la Martines la notizia di diventare mamma a 49 anni? Per l’attrice però l’età non è un problema: «Non conto il passare degli anni, mio figlio Hugo è venuto in maniera naturale. È stato molto voluto, soprattutto dal papà Cyril Descours». Peccato che la storia tra i due sia finita, come rivela Mara Venier dopo aver mostrato un filmato che riassume l’intensa passione vissuta dalla Martines e Descours. L’attrice ha quindi ammesso quello che tutti sospettavano da tempo: «Non lo sa nessuno, ma io e Cyril ci siamo lasciati. Voglio essere onesta. Restiamo amici per amore del bambino». L’attrice poi passa a parlare della prima figlia, Stella, oggi 20enne, avuta dal matrimonio con il regista Claude Lelouch, che invece aveva 26 anni più di lei. «Ho allattato Stella fino ai 4 anni, prima solo con il latte materno e poi integrandolo con il latte di mandorla. Il latte di mucca? È destinato ai vitellini».

Alessandra Curcio