Tunisino rimpatriato, Angelica, 17 anni: “Sono musulmana ora, lo aspetterò”

Il tunisino in fuga con la 17enne, Tarek Abbassi, 21 anni, si trova a Potenza in attesa di rimpatrio.

In questa storia non si capisce se c’è davvero l’amore. Lei, una ragazza di 17 anni, dice di provarlo nei confronti del “suo” Tarek, tunisino, irregolare e già arrestato più volte per droga. Per lui era già pronto un provvedimento di espulsione, solo che si era messo di mezzo il destino: l’aereo con cui sarebbe dovuto tornare in patria aveva avuto un guasto e lui era riuscito a scappare facendo perdere le proprie tracce. Alla lunga lista di reati si è aggiunta anche la  sottrazione consensuale di minore.

Tunisino in fuga con la 17enne, lei: “Lo aspetto”

Angelica era infatti fuggita con lui da qualche settimana e la famiglia non aveva più notizie, tanto da costringere la madre a lanciare un appello a “Chi l’ha Visto?“, la trasmissione di Rai 3. Durante il programma era stato fatto sentire l’audio di una telefonata tra la madre di Angelica e Tarek che aveva detto: “Da noi sono gli uomini che parlano, non esiste che lo faccia una donna”. Angelica è stata ritrovata viva e sta bene; ora si trova a casa mentre l’uomo è a Potenza in attesa di rimpatrio. Tramite il suo avvocato ha chiesto lo status di rifugiato perché potrebbe avere dei problemi seri in patria avendo dei precedenti.

La ragazzina si trovava con lui quando è avvenuto il blitz della Polizia: “I poliziotti hanno cominciato a tirargli pugni e calci finché lui non è svenuto. Non so perché non ha denunciato i fatti, ma lui non ha opposto resistenza come hanno scritto sui giornali. Non è una persona sbagliata per me, non mi ha mai fatto niente. Se mi doveva fare qualcosa di brutto l’avrebbe già fatta in più di un anno”. Angelica per amore si è anche convertita: è diventata musulmana e indossa abiti scuri e una collanina con un ciondolo in arabo.

Nonostante le evidenze, la ragazza – che è stata costretta da Tarek a lasciare la scuola – non ammette che al suo fianco si trova una pericolosa: “Se lui andrà in Tunisia io andrò lì, se va in carcere lo aspetterò e lo aiuterò. Non ha mancato di rispetto a mia madre, ci ha litigato e aveva i suoi motivi. Lui qui spacciava perché poteva fare solo quello, ma ha sempre detto che in futuro avrebbe voluto fare un lavoro tranquillo. Mi sono convertita, sono musulmana e ho abbandonato gli studi”. Quanto a lui, Tarek, ovviamente non ammette le sue responsabilità e a “Chi l’ha Visto?” dice: Domani mi mandano via, ma ad Angelica non la lascio ti dico la verità. L’ho salvata perché frequentava brutte compagnie”.

Fonte: Chi l’ha visto?

Impostazioni privacy