Home Spettacolo e Gossip Sgarbi, a terra in autogrill alle tre di notte: “Colpa della mia...

Sgarbi, a terra in autogrill alle tre di notte: “Colpa della mia assistente e dei libri. Non so resistere”

CONDIVIDI

Vittorio Sgarbi viene accusato di aver alzato il gomito prima del funerale di un suo amico. Ma forse non è andata proprio così: a spiegarlo è il protagonista finito a terra.

Vittorio Sgarbi, noto personaggio televisivo, critico d’arte e sindaco di Sutri, pare si sia concesso una serata decisamente sopra le righe al Palazzo Brancaccio di Roma. Durante il galà dell’associazione Giusta Causa, un centro studi che offre assistenza e tutela alle vittime di malasanità, insieme ai suoi amici vip, Sgarbi si è lasciato andare a qualche brindisi di troppo, prontamente documentato sui social. Alla fine della festa, l’onorevole e poi ripartito per un impegno importante. Ma la serata non è finita qui.

Verso le 3 del mattino la sosta in autogrill ha regalato una sorpresa al pubblico italiano. In un video girato da uno smartphone si vede Vittorio Sgarbi disteso sul pavimento del locale, o meglio disteso sulla sua collaboratrice che ha attutito la caduta dell’esperto d’arte. In molti hanno ipotizzato che quella scena stesse mostrando uno Sgarbi ubriaco e una ragazza che tenta di rimetterlo in piedi. Ulteriori avvenimenti sembrano avallare questa ipotesi: la mattina dopo, a Tarquinia, Sgarbi ha partecipato ai funerali di Omero Bordo, poi avrebbe dovuto presenziare al consiglio comunale. Quell’assemblea però non c’è mai stata perché il primo cittadino l’ha rinviata. Problemi col post-sbornia?

Vittorio Sgarbi: “Io ubriaco? No, è solo colpa dei libri!”

Dopo aver letto i commenti fatti in giro sul suo conto, Vittorio Sgarbi ha voluto precisare quanto accaduto nel video incriminato. In un messaggio postato sul suo profilo Facebook, l’onorevole ha ricostruito la vicenda che lo ha visto suo malgrado protagonista, trovando una pronta spiegazione alla caduta: “Non ero ubriaco, stavo per comprare dei libri e la mia assistente voleva impedirmelo!”. Questa versione però non ha convinto proprio tutti…

Alessandra Curcio