Home Cronaca Terremoto Amatrice, Pirozzi indagato per il crollo di una palazzina

Terremoto Amatrice, Pirozzi indagato per il crollo di una palazzina

CONDIVIDI
(Websource/Archivio)

L’ex sindaco di Amatrice ed attuale candidato alla presidenza del Lazio Sergio Pirozzi è indagato dalla procura di Rieti con l’accusa di omicidio colposo in seguito al crollo di una palazzina avvenuto dopo il terribile terremoto del 2016. Tra gli indagati, otto in tutto, segnalati dai pm di Rieti Gustavo Francia e Rocco Maruotti, c’è anche Ivo Carloni, geometra e fratello dell’ex vicesindaco di Amatrice durante il mandato di Pirozzi.

La palazzina in questione si trovava in Piazza Sagnotti ed a causa del crollo è morta una donna, Maria Vittoria Ippoliti. Secondo le indagini svolte dai pm, l’edificio aveva subito dei gravi danni strutturali già nel 2009, in seguito al terremoto verificatosi a L’Aquila. In quella occasione i residenti della palazzina sono stati sgomberati per ragioni di sicurezza e vi è stato permesso il rientro solamente dopo la conclusione dei lavori di ristrutturazione. Questi lavori, però, non sono stati fatti seguendo criteri antisismici, il che è la causa del crollo dell’edificio durante il terremoto del 2016.

Nella relazione di chiusura delle indagini preliminari, infatti, si legge una perizia dell’edificio che è sconcertante: “Lesioni al piano terra, stato fessurativo ai piani superiori, ampio spanciamento della zona seminterrata, dissesto alla struttura di fondazione, che ne pregiudicano l’agibilità”. Il sindaco Pirozzi, in quanto responsabile della Protezione Civile, viene accusato di aver fatto rientrare i residenti nel palazzo senza aver prima accertato lo stato di sicurezza del palazzo stesso tramite una verifica.

FS