La piccola Caterina è morta. La mamma ancora non lo sa

Fonti ed evidenze: Corriere della Sera, Fanpage

Caterina non ce l’ha fatta. La piccola è morta all’ospedale Meyer di Firenze. La madre Cristina, però, non lo sa.

Il padre disperato chiede giustizia. Caterina, infatti, è morta dopo l’arresto cardiaco della madre Cristina. Un arresto cardiaco che, a detta dell’uomo, poteva essere evitato.

Firenze morta Caterina
La mamma Cristina con la piccola in braccio ( foto web) Leggilo

Ha sopportato tutto quello che ha potuto poi non ce l’ha fatta più” – le parole di Gabriele Succi, il papà di Caterina, intervistato da Fanpage. La piccola è morta al Meyer di Firenze a causa di alcuni problemi respiratori. Un aggravarsi delle tante patologie con le quali è nata nel luglio 2020 dopo che la madre Cristina fu colpita da un arresto cardiaco mentre era all’ottavo mese di gravidanza. L’uomo, disperato, ha spiegato: “I problemi respiratori di Caterina si sono aggravati, nonostante il ricovero in ospedale, per lei non c’è stato più nulla da fare. È riuscita a mandare giù tutto quello che poteva sopportare la mia Caterina, ma poi non ce l’ha fatta più”. Il sostituto procuratore di Arezzo Marco Dioni ha disposto l’autopsia sul corpo della bambina: un atto dovuto alla luce dell’inchiesta già in corso sui medici che quel giorno di luglio presero in cura Cristina. Il papà della bimba ha ricordato che ci sono quattro indagati tra i medici che hanno avuto in cura la moglie dopo la denuncia che lui stesso fece. Infatti Cristina stette male alla 35esima settimana di gravidanza. Aveva appena effettuato la visita cardiologica ma i medici la rimandarono a casa dicendole di stare tranquilla, assicurandone che stava bene. Purtroppo Cristina, con patologie pregresse, stava tutt’altro che bene e, infatti, ebbe un arresto cardiaco che ha avuto ripercussioni anche sulla piccola Caterina.

La mamma non sa che la bambina è morta

Morta Caterina
I genitori il giorno del parto (foto web) Leggilo

Non solo. Cristina, da allora, non è più tornata ad essere la stessa. La donna non è più pienamente cosciente e,infatti, non si è resa nemmeno conto che la figlia è morta. Gabriele ha raccontato: “Cristina  è a letto, al massimo riesce a spostarsi sulla sua sediolina, ma non si rende conto di quanto è successo. Lei purtroppo vive nel suo mondo, sta bene a livello clinico ma per il resto non si rende conto di quanto le accade intorno, non sapeva nemmeno cosa avesse Caterina. Quello che è successo a lei è successo a tante altre mamme”.  Di recente, infatti, un’altra donna a Livorno è morta poco dopo aver partorito.