Vuoi lavorare solo 4 giorni a settimana? Devi farti assumere qui

Una novità potrebbe riguardare il nostro Paese. L’ Italia sappiamo recepisce le buone pratiche applicate da altri stati, a volte, con lentezza e reticenza. Si parla di lavoro e sappiamo che la nostra è una cultura del lavoro diversa da altri Paesi.

Quando si parla di settimana lavorativa ogni Paese ha le sue ideologie e mette in pratica sempre delle soluzioni diverse, rispettando soprattutto le esigenze dell’azienda e dei lavoratori stessi. Quella in questione in questo ultimo periodo è la settimana lavorativa di quattro giorni in ufficio per nove ore. Intesa San Paolo, il grande colosso bancario e non solo, annuncia di voler sperimentare questa settimana lavorativa corta per i propri dipendenti. La sua proposta consiste in una settimana lavorativa di quattro giorni e 36 ore, al posto dei cinque giorni per 37,5 ore. Ovviamente mantenendo lo stesso stipendio di ciascun lavoratore che non vedrà minimamente toccata la sua busta paga.

Vuoi lavorare solo 4 giorni a settimana_ Devi farti assumere qui
Vuoi lavorare solo quattro giorni a settimana? Devi farti assumere qui
(pixabay.com)

Questa novità sarebbe la prima in materia di lavoro proposta dall’ Istituto Bancario Intesa San Paolo, ma le sigle sindacali si sono riservate un approfondimento e una verifica legale. Vogliono valutare in modo attento le conseguenze che una settimana lavorativa corta possa avere sui lavoratori.

 

In cosa consiste la settimana corta

Si tratterebbe di una settimana estesa solo ai dipendenti degli uffici, che potranno concordare, mantenendo lo stesso stipendio in busta paga, con l’azienda, la propria giornata libera. Inoltre aspetto importante ci potrebbe essere la possibilità di variare le giornate lavorate nel corso della settimana. Partendo dal lunedì al venerdì, tramite accordi con il proprio datore di lavoro. Una vera e propria flessibilità ed elasticità che farebbe bene ai dipendenti ma anche all’azienda stessa.

 

L’autorizzazione a questa settimana corta potrà essere concessa solo se ci sono degli allineamenti con le esigenze tecniche, organizzative e produttive dell’azienda che la concede. Le richieste che sono state avanzate potranno avere una risposta, sia positiva che negativa, in un intervallo di tempo che riguarda entro la fine del terzo mese successivo alla domanda. Si attende un’ approvazione definitiva di questa settimana corta per i lavoratori dipendenti nei prossimi giorni. Staremo a vedere se questa interessante proposta per i lavoratori dipendenti diventerà una reltà.