Farmaci comuni: attenzione se li prendi con questi caldo

0
19
Fonti ed evidenze: Green me

Può capitare di avvertire malessere durante la stagione estiva, tuttavia è altamente sconsigliato assumere alcuni tipi di farmaci.

La stagione estiva porta con sé inevitabilmente l’aumento delle temperature, fenomeno che quest’anno ha rappresentato un disagio maggiore per gli esseri umani di tutto il mondo. Il caldo torrido infatti non rappresenta esclusivamente un problema a livello di tolleranza, bensì anche in relazione alla nostra salute fisica. Alcuni soggetti incorrono rischi non indifferenti, per gli anziani e i bambini ad esempio un forte colpo di calore può risultare addirittura fatale. Le temperature elevate debilitano il corpo, pertanto occorre fare attenzione alla tipologia di farmaci che integriamo nell’organismo.

Farmaci: attenzione alle alte temperature (Pexels)
Farmaci: attenzione alle alte temperature (Pexels)

In commercio infatti esistono alcuni medicinali che possono avere degli effetti decisamente gravi sulla nostra salute fisica se assunti nella stagione estiva. Partiamo dal presupposto che alcuni di essi perdono efficacia se a contatto con il calore, di conseguenza il loro consumo diventa inutile; altri invece possono sfavorire alcuni processi spontanei e naturali del corpo, necessari per combattere l’aumento esponenziale delle temperature.

Nel prossimo paragrafo affronteremo proprio questo problema, analizzando nello specifico i farmaci che non andrebbero assunti durante la stagione estiva – o che quanto meno necessitano di una maggiore attenzione a riguardo. Vediamo insieme tutti i dettagli sull’argomento.

Farmaci e calore: esiste una correlazione?

Come abbiamo anticipato precedentemente, esistono dei farmaci che – se assunti nella stagione estiva – possono provocare danni non indifferenti al nostro organismo. In particolare, alcuni medicinali –  come specificato da uno studio pubblicato nel 2021 sul The Lacet – influiscono sulla capacità del corpo di regolare la propria temperatura interna: fondamentalmente, parliamo di difficoltà a produrre sudore.

Di conseguenza, di fronte alle alte temperature, la mancanza di una regolazione corretta della nostra temperatura potrebbe indurci ad un grave malessere fisico. Ma quali sono i farmaci che possiedono tali effetti collaterali?

Farmaci e calore, esiste una correlazione? (Pexels)
Farmaci e calore, esiste una correlazione? (Pexels)
  • Diuretici e ACE-Inibitori: stimolare eccessivamente la diuresi, potrebbe causare un’emergenza di disidratazione e di conseguenza una difficoltà del corpo a reidratarsi.
  • Farmaci anticolinergici: in questo caso, facciamo riferimento a farmaci specifici per l’incontinenza urinaria, vescica iperattiva, allergie e morbo di Parkinson. Sono medicinali che influiscono sul nostro termostato interno e sulla stessa produzione di sudore.
  • Antipsicotici: compromettono la sudorazione.
  • Antidepressivi: facciamo una distinzione tra farmaci SSRI (inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina) e TCA (antidepressivi triciclici). Nel primo caso parliamo di farmaci che aumentano il livello di sudorazione, rischiando inevitabilmente l’insorgenza di disidratazione; nel secondo caso, ci si presenta il problema opposto, ossia la mancanza di sudorazione che impedisce un raffreddamento interno del corpo.

Sono sicuramente farmaci che generalmente vengono prescritti da un medico per essere assunti quotidianamente, pertanto consigliamo di chiedere chiarificazioni in merito al vostro dottore – in modo da evitare di soffrire particolarmente le temperature elevate durante la stagione estiva.