Lavoro: così puoi registrare le conversazioni, se serve

0
22

Ecco come sarà possibile registrare le conversazioni di lavoro quando ci sono evidenti minacce da parte del datore di lavoro

Spesso gli ambienti lavorativi non sono come noi vorremmo e i problemi che si presentano durante la giornata di lavoro possono ripercuotersi anche durante la giornata e nella nostra vita privata. Questo accade soprattutto quando si tratta di un lavoro subordinato e, chi dirige le nostre mansioni, non conosce l’educazione e il rispetto.

(Flickr)

Spesso il datore di lavoro non rispetta i diritti minimi dei lavoratori, a causa del suo comportamento scorretto nei loro confronti. Inoltre, il datore di lavoro deve ricreare un ambiente di lavoro sicuro per i propri lavoratori ed evitare di mettere in difficoltà con minacce e vessazioni. Ecco come sarà possibile registrare le conversazioni di lavoro quando ci sono evidenti minacce da parte del datore di lavoro.

Ecco come registrare le conversazioni a lavoro quando ci sono minacce

Uno dei fenomeni più diffusi nel mondo del lavoro, soprattutto negli ambienti più instabili e difficili, è certamente quello del mobbing. Si tratta di un fenomeno che avviene quando i colleghi e il datore di lavoro di un dipendente attuano dei comportamenti con lo scopo di emarginarlo.

Si tratta di situazioni particolarmente spiacevoli per i lavoratori che, vedendosi violare i propri diritti, vivono la propria giornata lavorativa con enormi pressioni psicologiche e fisiche, tanto da avere conseguenze anche nella vita privata e nella quotidianità. Tuttavia, per far rispettare i propri diritti, i lavoratori possono difendersi attuando ingegnose soluzioni.

In pochi sono a conoscenza del fatto che è il lavoratore ha il diritto di registrare, mediante dispositivi elettronici le conversazioni fatte con datore di lavoro e colleghi. Ovviamente, questo è possibile solo quando le registrazioni interessate sono utili a dimostrare un illecito da parte di chi viola i diritti del lavoratore interessato.

Nonostante registrare conversazioni private tra persone inconsapevoli di essere registrate sia vietato, la Corte di Cassazione 31204 del 2021 ha stabilito che ci possono essere delle eccezioni. In questo caso, infatti, registrare conversazioni servirà per difendere i propri diritti, in quanto queste dimostrano la commissione di violazioni da parte del datore di lavoro. Il lavoratore, quindi, potrà utilizzare le registrazioni fatte per fornire prove concrete di mobbing durante il luogo di lavoro.