Stipendio: aumento di 250 euro, ecco a chi e come

0
61
Fonti ed evidenze: Proiezioni di borsa

Previsto l’arrivo a breve di un aumento di stipendio di 250 euro in più in busta paga: ecco per chi sarà e quando avverrà

Saranno mesi molto interessanti per quei lavoratori che si aspettano degli aumenti sulla propria busta paga e aiuti economici da parte dello Stato. Il repentino aumento dell’inflazione, causato dalla crescita dei prezzi di energia, carburanti e materie prime.

Se a luglio si aspetta con grande attenzione il bonus di 200 euro erogato dallo Stato grazie alla tassa sugli extraprofitti delle aziende energetiche, a breve potrebbe arrivare un aumento di stipendio di 250 euro in più in busta paga.

Aumento di 250 euro nello stipendio, ecco a chi e quando

Arrivano buone notizie per molti lavoratori italiani. Negli scorsi giorni è avanzata l’ipotesi di firma del contratto per quanto riguarda il comparto sanitario. Circa 550mila lavoratori e lavoratrici saranno infatti convolti con un sostanzioso incremento di stipendio. Secondo il Ministero della pubblica amministrazione, infatti, ci sarà un incremento medio di 91 euro lordi al mese, per 13 mesi, pensato per gli operatori sanitari.

Se, a questi incrementi, verranno si aggiungono anche le indennità, si assisterà ad un aumento medio in busta paga di circa 175 euro. Tuttavia, l’incremento potrebbe essere addirittura superiore, arrivando ad un aumento di stipendio fino a 250 euro lordi.

Per quanto riguarda gli infermieri, infatti, ci sarà un aumento lordo medio di 158 euro, oltre ad una probabile indennità di 100 euro se l’operatore svolge il proprio lavoro in pronto soccorso. Dunque, tra incrementi e indennità si potrà arrivare ad una cifra di 250 euro in più nella busta paga.

Ad oggi il rinnovo del contratto per il triennio 2019-2021 non è ancora ufficiale, e si aspetta che le parti in contrattazione superino alcuni ostacoli. Tra questi vi è il parere positivo enunciato dal Comitato di settore degli operatori sanitari e il passaggio alla Corte dei conti, che dovrà stabilire se la manovra avrà le giuste coperture finanziarie.

Dunque, in caso di esito positivo di tutti i passaggi previsti, il nuovo contratto per gli operatori sanitari potrà entrare in vigore dal 1° gennaio 2021 e i lavoratori potranno ricevere l’aumento sulla propria busta paga.