Digrigni i denti di notte? Attenzioni agli effetti collaterali

0
49

Se spesso hai notato che digrigni i denti di notte, dovresti pensare di fare maggiore attenzione agli effetti collaterali. Ecco perché

Il digrignamento dei denti, chiamato bruxismo, è un problema piuttosto diffuso tra le persone, anche nelle ore notturne. È possibile, infatti, svegliarsi al mattino con i denti che presentano dolore e a cui non riusciamo a dare una spiegazione logica. Tuttavia, a volte il motivo potrebbe essere proprio il digrignamento dei denti.

Se siamo soliti a digrignare i denti durante la notte, senza accorgercene, al mattino possiamo osservare dei sintomi piuttosto comuni. Tra questi ci sono lo smalto dei denti rovinato, segni sula lingua o denti particolarmente usurati. Ecco alcune informazioni che potrebbero essere utili a riguardo.

Se digrigni i denti dovresti stare attento a queste cose

I motivi per cui a volte arriviamo a digrignare i denti sono molteplici. Tra questi vi sono sicuramente lo stress, problemi con le protesi o le otturazioni dentarie, oppure i denti disallineati. Ma possono essere delle cause anche alcuni disturbi riguardo l’articolazione temporo-mandibolare.

Dunque, a prescindere da quale siano le cause e i motivi che ci portano a digrignare i denti durante la notte, è importante prendere dei provvedimenti che ci permettano di risolvere questo problema. Tuttavia, il primo passo è capire cosa provoca questo problema, in modo da studiare i modi migliori per avere successo.

Una delle soluzioni a breve termine più diffuse è l’utilizzo del bite. Questo ci permette infatti di proteggere la dentatura e alleviare la tensione dei muscoli mascellari. Ma è importante sapere che si tratta di un rimedio palliativo e, dunque, non una vera e propria soluzione che ci permetterà di risolvere il problema in maniera efficiente.

Per fare in modo di alleviare il dolore con successo è possibile provare con alcuni esercizi per rilassare la mandibola e la mascella. C’è infatti chi propone con esercizi di yoga, sedute di training autogeno o rilassamento muscolare progressivo, utilizzando il metodo Jacobson. Dunque, sarà necessario individuare il metodo più adatto alle nostre esigenze.

Un ulteriore risorsa è rappresentata dalla fisioterapia, la quale è capace di rilassare tutto l’apparato masticatorio e rappresenta un valido alleato per la lotta al digrignamento notturno.