Lavoro: in malattia ti è accaduto questo? Puoi ricevere un rimborso

Fonti ed evidenze: Proiezionidiborsa

Nel caso in cui il datore di lavoro, durante la tua malattia, assuma questo comportamento, avrai diritto ad un rimborso

Il lavoro è uno dei valor più importanti su cui si fonda la costituzione italiana. Grazie a ciò che è stabilito dalla legge e ad anni di lotte sindacali, i lavoratori del nostro Paese godono di ampi diritti e tutele. Sono numerose, infatti, le norme a tutela dei lavoratori ed è per questo che sarebbe utile conoscerle.

(Pixabay)

Il datore di lavoro sarà quindi tenuto a rispettare i diritti del lavoratore, anche per evitare sanzioni pesanti. Nel caso in cui il datore di lavoro, durante il tuo periodo di malattia, assuma questo comportamento, potresti avere diritto ad un rimborso. Ecco di cosa si tratta.

Lavoratore in malattia e rimborso, ecco quando

Secondo quanto stabilito dalla Costituzione italiana, i lavoratori hanno diritto a ricevere mezzi assicurativi adeguati alle loro esigenze, compreso in casi di infortunio, invalidità, vecchiaia, disoccupazione involontaria e malattia. In quest’ultimo caso, infatti, il lavoratore è tutelato anche se non è a lavoro.

Secondo quanto riportato nell’articolo 2110 del codice civile, in caso di infortunio, gravidanza puerperio o malattia, il lavoratore avrà diritto alla retribuzione o indennità, il cui importo è stabilito dalla legge. In questo caso, il datore di lavoro non potrà licenziare il subordinato, fino al momento della fine del periodo di malattia stabilito dalla legge.

(Pixabay)

Dunque, il lavoratore durante tutto il periodo di malattia non può essere licenziato, almeno fino al momento in cui finisce il periodo stabilito dalla legge. Nel caso in cui questo diritto non venga rispettato da parte del datore di lavoro, il lavoratore avrà diritto ad un corposo risarcimento.

Un caso scuola è la sentenza 2548 del 2021 della Corte di Appello di Roma. Con questo provvedimento è stata riconosciuta al lavoratore in malattia una somma di risarcimento per via del comportamento sbagliato del suo datore di lavoro.

Grazie alle norme stabilite dalla legge e dai contratti collettivi nazionali del lavoro, i lavoratori italiani godono di particolari diritti. Tuttavia, non sempre quest’ultimi sono ben conosciuti dai lavoratori: proprio per questo è necessario creare maggiore consapevolezza e informazione a riguardo.