Ansia? Mangia questo alimento e starai subito meglio

Soffri spesso di ansia e sensazioni di angoscia? L’alimentazione può aiutarti a contrastare l’instabilità emotiva.

Il nostro corpo è una macchina perfetta, un organismo in grado di comunicarci eventuali malesseri attraverso determinate reazioni. L’ansia fondamentalmente è uno stato di paura, una risposta emotiva del corpo di fronte a fatti, eventi o persone che il nostro cervello reputa “pericolose”. In quel preciso momento, il nostro organismo diminuisce la produzione di alcuni elementi particolarmente importanti per la nostra salute emotiva. Tra questi, possiamo citare ad esempio la serotonina, il cosiddetto ormone della felicità.

Ansia (Pexels)
Ansia (Pexels)

Sicuramente il malessere emotivo rappresenta un argomento alquanto delicato, un tema che andrebbe trattato con personale specializzato, con lo psicologo oppure con uno psicoterapeuta. Tuttavia, è altrettanto importante sottolineare che spesso la soluzione può celarsi sotto i nostri occhi. Entra in gioco ancora una volta l’importanza dell’alimentazione, una semplice azione quotidiana che può fare la differenza sulla nostra salute psicofisica. Approfondiamo insieme l’argomento.

Ansia: gli alimenti utili ad alleviarne l’effetto

Come abbiamo sottolineato precedentemente, potremmo paragonare il nostro corpo ad una macchina perfetta. Quando la nostra macchina comincia a mostrare dei problemi tecnici, la portiamo dal meccanico: capita spesso di dover aggiungere olio motore, oppure aggiustare la frizione e così via. Seguendo questa semplice metafora, cosa dobbiamo fare quando il nostro corpo comincia a mostrare malessere? Dobbiamo semplicemente dargli ciò di cui ha bisogno, ad esempio la famosa serotonina.

Durante gli stati d’ansia e depressione, la maggior parte delle volte si verifica una carenza dell’ormone della felicità. Per questo motivo, l’alimentazione può aiutarci a reintegrare la serotonina mancante, in modo da acquisire nuovamente una solida stabilità emotiva. Tra gli alimenti più comuni non possiamo non parlare del cioccolato fondente! Eppure, esiste un altro elemento che favorisce la produzione dell’ormone della felicità: stiamo parlando del salmone.

Salmone (Pexels)
Salmone (Pexels)

Il salmone, oltre ad essere ricco di omega3, favorisce la produzione della serotonina, alleviando i sintomi dell’ansia e della depressione. Nel 2014, PubMed pubblicò uno studio che provava l’effetto benefico del salmone atlantico su 95 pazienti. Inoltre, gli esperti di Humanitas confermano che il consumo di questo incredibile pesce consente di prevenire malattie neurologiche come schizofrenia, disturbi dell’umore e – come abbiamo detto – ansia e depressione. Questo perché il salmone contiene dei grassi buoni, i quali vantano appunto proprietà neuro-protettive.

Insomma, dallo studio del 2014 emerge che occorre mangiare il salmone due volte a settimana per poterne godere degli incredibili benefici. Ricordiamoci sempre di dare fiducia ai cibi che integriamo nel nostro corpo, essi sono lo specchio della nostra salute fisica ed emotiva.