Rimini, si presenta da lei con un anello per chiedergli di sposarlo: finisce per ucciderla

0
181
Fonti ed evidenze: Today, RiminiToday

Rimini: un 40enne ha ucciso la  sua ex a coltellate dopo la fine di una relazione che lui avrebbe voluto ripristinare

Un uomo  di origini peruviane ha ucciso a coltellate una donna e ferito la propria figlia che era intervenuta cercando di salvare la donna. È successo intorno alle 16 di giovedì 19 maggio, in una casa di via Dario Campana, a Rimini.

ANSA/ POLIZIA

Era arrivato da un mese in Italia con l’intenzione di riconquistarla dopo una relazione di oltre quindici anni vissuta in Perù. Aveva portato un anello, una fede, con l’idea di convincerla a sposarlo. Ma la donna ha detto no. Maximo Aldana De La Cruz, cittadino peruviano, 54 anni, ha confessato davanti al Pubblico ministero di aver ucciso Noelia Rodriguez, una connazionale,  46 anni, che dallo scorso luglio era venuta a vivere a Rimini. Nell’alterco è rimasta ferita la figlia 27enne avuta dall’uomo da una precedente relazione.

Non si capacitano i condomini dello stabile al civico 101 di via Dario Campana, a Rimini, dove si è consumato il secondo femminicidio dell’anno:“Erano una coppia molto tranquilla” raccontano gli abitanti del condominio. E aggiungono: “Non li abbiamo mai sentiti litigare”. L’uomo, secondo il racconto dei vicini “era sempre molto disponibile e, se per caso parcheggiava la sua Ape in un punto in cui dava fastidio, era sempre pronto a spostarla”.

Il 40 enne al culmine della discussione, avrebbe afferrato un coltello scagliando una serie di fendenti alla donna che è deceduta sul colpo per poi prendersela con la figlia. A dare l’allarme i vicini, preoccupati dalle urla provenienti dall’abitazione, che hanno chiesto l’intervento della polizia di Stato. Sul posto, oltre agli agenti, sono intervenuti anche i mezzi del 118 ma per la donna non c’era già più nulla da fare.

La donna lo scorso luglio deciso di venire in Italia per cercare lavoro come badante. Ad ospitarla, in un appartamento al numero 101 di via Dario Campana, erano state la figlia di Maximo, una 27enne e la nipote dell’uomo. Lui una quarantina di giorni fa, era arrivato a sua volta in Italia, con un visto turistico. La sua intenzione, molto probabilmente, era quella di ricongiungersi a Noelia.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui