Bancomat, in arrivo multe da 30 Euro e maggiorazioni: ecco per chi

0
52
Fonti ed evidenze: Adnkronos

Esistono dei limiti nel momento in cui si effettua un prelievo presso un Bancomat: approfondiamo insieme nel dettaglio.

Una delle domande più frequenti – da parte dei possessori di conti correnti e prepagate – risiede nell’eventuale limite relativo a prelievi e bonifici. Sostanzialmente, facciamo riferimento alla cifra spesa dal proprietario del conto ogni mese. A proposito di questo, contrariamente a quanto si possa pensare, non esistono limiti previsti per legge. Ogni cittadino è libero di prelevare oppure utilizzare i soldi del conto come meglio crede, questo però solo in relazione al proprio uso personale.

Bancomat: limiti e multe (Informazionioggi.it)
Bancomat: limiti e multe (Informazionioggi.it)

Il limite infatti si riferisce al pagamento di terzi: non si possono infatti effettuare bonifici al di sopra dei 1000 euro (dal 1 gennaio 2023) nei confronti di qualsiasi altro cittadino. Stesso discorso vale per il prelievo: se prelevo 1000 euro, nessuno può indagare sull’obiettivo della cifra; tuttavia, è illegale utilizzare quella cifra per pagare un’altra persona. Approfondiamo insieme l’argomento nel prossimo paragrafo.

Bancomat, limiti e multe: tutto quello che c’è da sapere

Gli esperti di La Legge per Tutti hanno chiarito i limiti dell’utilizzo del Bancomat, affrontando il tema dei prelievi e dei bonifici. Tecnicamente infatti, non esiste un vero e proprio limite, tuttavia – in casi particolari – il dipendente della banca affiliata ha il pieno diritto di chiedere chiarificazioni circa lo scopo di tale prelievo. Questo avviene quando questo supera i 10.000 euro e nasce da un’iniziativa volta a limitare la criminalità organizzata. Qualora il dipendente nutra dei dubbi circa i vostri possibili scopi illeciti, potrà segnalarlo all’Uif (Unità di informazione finanziaria).

Bancomat (Contocorrenteonline)
Bancomat (Contocorrenteonline)

In sostanza non esiste un limite nell’utilizzo del denaro, ma – al contempo – la legge prevede il pieno diritto della banca di richiedere una giustificazione al cliente riguardo il tracciamento di bonifici o prelievi particolarmente sostanziosi. Nel momento in cui, il cliente si rifiuta di fornire delle spiegazioni, ci ritroviamo di fronte ad una chiara violazione dei diritti della banca ed è in quel momento che entra in gioco la legge.

Infine, per limitare le conseguenze in caso di furto oppure truffa, alcune banche propongono al cliente di predisporre sulla carta un limite mensile. Parliamo però di un servizio che va concordato con il proprietario del conto, non può quindi partire autonomamente dalla banca senza autorizzazione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui