Se c’è una nuova relazione va comunque corrisposto il mantenimento?

0
52
Fonti ed evidenze: laleggepertutti.it

Assegno di mantenimento: va corrisposto, in alcuni casi, anche se c’è una nuova relazione? Il quesito sulla situazione.

I divorzi e le separazioni sono situazioni sicuramente non facili da affrontare, sia per la burocrazia che chiamano in causa sia soprattutto per i riscontri che potrebbe avere sui vari componenti della famiglia, specie i bambini.

assegno mantenimento
Assegno di mantenimento si o no in questo caso? (Foto: Pixabay).

In molti, in merito al divorzio e la separazione, si chiedono però se l’assegno di mantenimento va corrisposto anche quando c’è una nuova relazione; è davvero così? Le possibili spiegazioni al quesito.

Assegno di mantenimento, va corrisposto in alcuni casi anche se c’è una nuova relazione?

La questione sembra essere davvero spinosa, tanto che in molti continuano a interrogarsi in merito; stando a quanto riportato dal sito La legge per tutti, nel caso in cui l’ex-coniuge si sia rifatto una vita e abbia una nuova relazione l’assegno di mantenimento, per la giurisprudenza, non è in linea generale più dovuto.

In questo caso quindi, l’ex-coniuge che precedentemente è stato obbligato al pagamento può fare una richiesta al giudice della separazione (o del divorzio) riguardo proprio la revoca del contributo mensile da versare.

Va comunque dimostrato che la nuova relazione del partner con cui si è cessato il matrimonio sia comunque effettiva e stabile; in questo senso, può essere provata anche attraverso il materiale condiviso dai due sui social come Facebook, come stabilito da una recente sentenza del tribunale di Roma.

assegno mantenimento
La spinosa questione dell’assegno di mantenimento (Foto: Pixabay).

In ogni caso la questione rimane comunque molto complessa e specifica di ogni singola situazione, tanto che come segnala il sito  la Corte di Cassazione ha proposto alle Sezioni Unite il problema, per capire se la formazione di una nuova famiglia possa far cadere di fatto l’assegno divorzile percepito dall’ex-coniuge.

Nel frattempo, una recente sentenza Cassazione ha confermato l’assegno di divorzio ad una ex moglie che conviveva con un altro uomo, anche se con una condivisione di vita e budget limitata; impossibilitata a lavorare, la donna era dunque priva di mezzi per garantirsi una vita dignitosa.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui