Case: se hai una di queste puoi avere uno sconto di 1000 euro sull’ IRPEF

Fonti ed evidenze: Brocardi

Alcuni proprietari di case potrebbero avere una bella sorpresa e ottenere uno sconto di 1000 euro sull’IREF. Ecco come

Nel 2021 c’è stata un’evidente crescita di acquisti di case da parte dei cittadini italiani. Dopo gli anni della pandemia, infatti, molti hanno deciso di acquistare un’abitazione anche per via del fatto che i prezzi erano rimasti invariati o addirittura diminuiti.

(Pixabay)

Chi ha acquistato casa nel 2021, inoltre, riceverà una bellissima sorpresa. Per loro, infatti, vi sarà la possibilità di accedere ad uno sconto di 1000 euro sull’IRPEF. Si tratta del diritto ad una detrazione IRPEF di circa il 19%. Ecco in cosa consiste e come accedervi.

Sconto di 1000euro sull’IRPEF

Lo sconto di 1000 euro sull’IRPEF sarà possibile per coloro che hanno acquistato immobili con un importo che deve risultare all’atto di cessione del fabbricato. Non potrà accedere alla detrazione Irpef, invece, il venditore anche nel caso in cui abbia optato per l’ausilio di un intermediario.

Se, invece, dovesse esserci un caso di più proprietari acquirenti, si assister ad una divisione dell’agevolazione tra i vari comproprietari, ovviamente in ragione della loro percentuale di proprietà. Inoltre, sarà necessario integrare il documento fiscale con i dati anagrafici del comproprietario mancante.

Secondo l’art. 15 del TUIR, il contribuente ha la possibilità di detrarre numerosi costi nel momento in cui va a compilare la dichiarazione dei redditi. Per ottenere lo sconto IRPEF, dunque, vanno soddisfatti dei requisiti precisi. L’intermediario, infatti, dovrà essere riconosciuto secondo i sensi della Legge 39/1989, mentre l’acquisto dovrà essere l’abitazione principale.

(Pixabay)

Le controparti dovranno inserire alcuni dati necessari per ottenere la detrazione. In caso ci sia stato l’operato di un intermediario, si dovrà riportare i dati identificativi. Inoltre, si dovranno indicare il numero di iscrizione al ruolo di agenti in mediazione e l’importo della voce di spesa.

Questi cittadini potranno godere quindi dell’agevolazione fiscale a cui potranno accedere seguendo le istruzioni compilative Ade del modello 730. Sarà necessario, infine, riportare alcune importanti documentazioni, come la fatture del mediatore, il contratto preliminare registrato, l’atto di compravendita con l’indicazione de requisiti fissati dalla Legge e l’autocertificazione dove il richiedente afferma che l’immobile ricopre la funzione di abitazione principale.