La pipì ha un cattivo odore? Potrebbe essere questo il problema

0
26

Dobbiamo imparare ad ascoltare e osservare il proprio fisico, potrebbe aiutarci ad affrontare in tempo un problema da non sottovalutare. Nel caso delle urine ad esempio, scopriamo in che modo.

Il colore e l'odore delle urine
Il colore e l’odore delle urine
(pixabay.com)

 

Tutto quello che accade nella nostra vita va sempre osservato, soprattutto quando si tratta della nostra salute. Ecco perché è importante non sottovalutare il colore dell’urina la cui alterazione potrebbe essere sintomo d’una patologia a carico dei reni, vescica, uretra e ureteri.

Normalmente le nostre urine devono avere un colore giallo, ma sia il colore che l’odore alterati sono dei campanelli o perché siamo disidratati oppure perché stiamo assumendo dei farmaci.

Ma se l’urina si presenta con un colore più scuro del normale allora indica la presenza di bilirubina nel fegato. A questo punto, scongiurando altre possibili cause, bisogna subito rivolgersi al medico.

Il forte odore delle urine può nascondere un problema al fegato

Dalle urine alle patologie legate al fegato
Dalle urine alle patologie legate al fegato
(pixabay.com)

 

La nostra lingua e la sua salute parlano più di ogni altro organo del nostro corpo. A seconda del suo colore e aspetto si possono decifrare delle patologie in atto. Ad esempio una lingua pallida ci indica una anemia in atto, una lingua secca nasconde problemi renali o di diabete.

La lingua scura si associa al fumo o a problemi di gastrite. La lingua liscia nasconde una patologia del fegato, un tumore o forte indebolimento.

Non solo patologie fisiche ma anche emotive, addirittura la lingua può indicare anche se c’è ansia o depressione. Non solo il colore e aspetto della lingua, delle urine ma anche quello degli occhi al loro interno sono fattori determinati che “traducono” una importante patologia da non sottovalutare.

Si parla infatti d’ittero, ossia quando la già citata bilirubina, cioè la presenza di questa molecola gialla che si trova nell’emoglobina dei globuli rossi. Se il fegato non riesce a praticare lo smaltimento accade che la bilirubina si accumula nel fegato e la persona affetta ha un colore giallo della pelle.

Dietro tutto questo si celano delle malattie molto importanti come quelle legate al pancreas, fegato, al sangue e a varie infezioni. Ecco perché nel momento in cui compare questo colore giallastro della pelle bisogna immediatamente rivolgersi a un medico che si occuperà di analizzare il tutto e scongiurare la comparsa di una patologia oramai troppo tardi da curare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui