Formaggio: ecco quello che non da problemi al colesterolo

Esiste una particolare tipologia di formaggio che può essere consumata anche da chi ha problemi con il colesterolo. Ecco qual è

Negli ultimi anni, purtroppo, si è assistiti ad un costante aumento di pazienti che hanno problemi con il colesterolo. Si tratta di una situazione da non sottovalutare assolutamente, in quanto potrebbe portare all’insorgere di malattie e patologie anche piuttosto gravi, come lo è ad esempio il diabete di tipo II.

(Pixabay)

Una delle prime cose che si consiglia a coloro che hanno problemi con il colesterolo è quello di eliminare i latticini. Tuttavia, esiste una particolare tipologia di formaggio che può essere consumato anche da chi ha problemi con il colesterolo. Ecco di quale formaggio stiamo formaggio.

Ecco il formaggio che non da problemi al colesterolo

I formaggi, soprattutto in Italia, sono tra gli alimenti più diffusi in assoluto. Mozzarelle, formaggi freschi e stagionati sono infatti diffusissimi e la produzione di prodotti tipici è ampia in tutta la penisola. Proprio per questo, è molto facile trovare questo delizioso prodotto sulle nostre tavole.

Tuttavia, quando insorgono problemi seri, come quelli di colesterolo, il consiglio più diffuso (oltre a tutti i pareri dei medici e dei professionisti) è quello di eliminare i latticini dalla propria dieta. Tuttavia, esiste una particolare tipologia di formaggio che può essere consumata anche da chi ha problemi con il colesterolo. Ecco qual è.

Si tratta del poco conosciuto “quark”. È un formaggio fresco a pasta molle, ottenuto dalla lavorazione del latte ovino, caprino o dall’unione di questi due. Ha una consistenza molto simile a quella della ricotta ed è costituito principalmente da acqua, inoltre è molto utilizzato come ottimo abbinamento con altri ingredienti.

(Pixabay)

Il quark è un prodotto ipocalorico, molto ricco di proteine in quanto è ottenuto da latte pastorizzato e scremato. A questo, si aggiungono batteri inacidenti e viene lasciato riposare per alcune ore. Successivamente, viene eliminato il siero del latte reintroducendo le proteine nel formaggio.

Il fatto che sia un formaggio ipocalorico lo rende un prodotto molto consigliato per coloro che soffrono di colesterolo alto, in quanto è particolarmente povero di grassi. Nonostante questo, però, resta comunque un latticino e non andrebbe consumato più di due volte a settimana.