Alimentazione: ecco i cibi che vanno assolutamente evitati per stare bene

0
52
Fonti ed evidenze: Corriere della Sera

In un regime alimentare che si rispetti vanno esclusi, o per lo meno limitati, alcuni alimenti in particolare. Scopriamoli insieme.

Impostare correttamente un sano regime alimentare si riassume fondamentalmente in un processo di selezione degli alimenti che abbiamo a disposizione. Per ideare il giusto elenco di ingredienti, occorre essere consapevoli di quali vadano eliminati e quali invece si possono inserire tranquillamente nella dieta.

Alimentazione: gli elementi che vanno eliminati dalla dieta (Pixabay)
Alimentazione: gli elementi che vanno eliminati dalla dieta (Pixabay)

Per aiutarvi nella selezione, vi proponiamo una lista di cibi che andrebbero eliminati (o per lo meno limitati nel consumo) dalla nostra quotidianità. Ognuno di questi contiene determinate sostanze che – a lungo andare – possono rivelarsi tossiche per l’organismo, per non parlare poi dell’elevato apporto calorico contenuto negli ingredienti di cui parleremo. A questo proposito, vediamo insieme i dettagli di quanto affermato da Franco Berrino – medico ed epidemiologo italiano.

Alimentazione: elimina i seguenti ingredienti dalla dieta

  • Farine raffinate: all’interno del nostro intestino esistono dei batteri definiti microbioti, responsabili dello smaltimento e assorbimento del cibo che ingeriamo. Cosa succede quando consumiamo molte farine raffinate? In sostanza, la varietà di microbioti si riduce provocando ulcere, tumori e malattie degenerative. Per evitare tutto questo, bisogna consumare farine integrali, nutrimento importante per lo sviluppo dei microbioti intestinali.
Farine raffinate, inclusi pane, pasta, pizza eccetera (Pixabay)
Farine raffinate, inclusi pane, pasta, pizza eccetera (Pixabay)
  • Bevande zuccherate: il problema in questo caso risiede nella quantità di zucchero presente nel composto. Con bevande zuccherate intendiamo non solo le bevande gassate, ma anche succhi di frutta e alcolici. Inoltre, fate attenzione quando l’etichetta presenta “senza zuccheri aggiunti”, in quanto quest’ultimo potrebbe essere sostituito da edulcoranti artificiali, altrettanto dannosi per l’organismo.
  • Cibi eccessivamente lavorati: conservanti, aromi artificiali, percentuali di sale, zucchero, edulcoranti, sostanze chimiche – provate a leggere la lista degli ingredienti di merendine e prodotti confezionati, rimarrete scioccati riguardo la quantità di sostanze tossiche che ingerite senza rendervene conto.
  • Latticini grassi: se siete amanti dei formaggi, cercate di prediligere il consumo di formaggi freschi rispetto a quelli più grassi e stagionati. Con formaggi freschi intendiamo ad esempio caprini, primo sale, ricotta oppure crescenza.
Latticini e formaggi grassi/molto stagionati (Pixabay)
Latticini e formaggi grassi/molto stagionati (Pixabay)
  • Carni lavorate: la carne rimane un alimento importante per assumere la giusta quantità di proteine, tuttavia bisogna ricordare di prediligere il consumo carne bianca (pollo e tacchino) e 2/3 volte a settimana carne rossa. Da escludere in questo concetto sono le carni lavorate come affettati, salumi, prodotti grassi (coppiette, porchetta ecc.), ma anche hamburger, wurstel e polpette preconfezionate.
  • Zucchero: gli zuccheri aggiunti ci servono? Assolutamente no. Lo zucchero raffinato è incredibilmente dannoso per l’organismo, provoca uno stato di dipendenza e causa l’insorgere di molte malattie e patologie come il diabete. Ogni essere umano infatti, assume già zucchero naturale attraverso frutta, verdura e carboidrati.
  • Sale: anche il sale va assolutamente limitato nel suo consumo. Esistono diverse scorciatoie utilizzabili per insaporire i cibi, dalle spezie alle erbe aromatiche. Tuttavia, se gradite il sentore salato nelle pietanze, potete trovare rifugio nel gomasio – una miscela di sale marino integrale e semi di sesamo.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui