Salute: bisogna mangiare la carne per stare bene? Ecco lo studio

Fonti ed evidenze: Positive Vibration

Esistono diverse teorie a questo proposito: chi sostiene che la carne rossa vada eliminata e chi pensa semplicemente di limitarne il consumo.

Carne rossa: si no no? (Pixabay)
Carne rossa: si no no? (Pixabay)

Se si svolge una semplicissima ricerca sul web, ci si rende contro che esistono una miriade di teorie e convinzioni differenti circa il consumo di carne (specialmente in riferimento alla carne rossa). Alcuni nutrizionisti consigliano la dieta mediterranea, altri invece affermano che la carne – a lungo andare – sia addirittura cancerogena. Fatto sta che 150.000 anni fa, l’uomo apprese l’arte della caccia, iniziò così a consumare carne e nello stesso periodo storico pronunciò le sue prime parole. Molti ricercatori infatti hanno constatato un vero e proprio sviluppo cerebrale favorito dalle proteine di origine animale, rendendosi conto che l’essere umano è da considerarsi a tutti gli effetti un animale onnivoro. Data la sua natura, l’uomo ha bisogno di mangiare tutto, evitando ovviamente l’abuso di cibi specifici. Inoltre, chiunque segua diete vegetariane oppure vegane, potrebbe soffrire di carenze vitaminiche, anemia e scarsa energia. Perché tutto questo? La risposta risiede nelle sostanze nutritive presenti nella carne.

Consumo di carne: si o no?

Ci teniamo a sottolineare che, proprio come ogni singolo alimento, anche il consumo di carne (che sia rossa o bianca) non deve sfociare in un vero e proprio abuso. Generalmente infatti, si consigliano all’incirca tre porzioni di carne a settimana, di cui due magre ed una rossa – non di più. Una volta messo in chiaro questo, possiamo parlare delle sostanze nutritive contenute negli alimenti di origine animale.

I nutrizionisti dicono...(Pixabay)
I nutrizionisti dicono…(Pixabay)

Prima di tutto, la carne possiede tra 20/22% di proteine e dal 3 al 30% di grassi, a seconda del trancio consumato, ma in essa possiamo trovare anche tiamina, riboflavina, niacina, vitamina B6 e B12, ferro, zinco, magnesio e chi più ne ha più ne metta. Inoltre, la carne gode di un senso di sazietà maggiore rispetto ai carboidrati e questo permette di sentirsi soddisfatti senza consumare troppe calorie.

Uno dei miti maggiormente diffusi che spingono ad eliminarla completamente dalla dieta, hanno come base la convinzione che essa contenga acido urico, rilasciato durante il metabolismo delle purine. Tuttavia, questo è scientificamente provato che sia un falso mito. Le proteine di origine animale rimangono uno dei macronutrienti più importanti per la nostra alimentazione e sono incluse in un regime alimentare che ebbe origine migliaia di anni fa.