Liquirizia: ecco i benefici che non conosci e chi non la può usare

Fonti ed evidenze: Positive Vibration

La possiamo trovare sotto forma di caramelle oppure infusi, la liquirizia rimane un alimento incredibilmente benefico.

Liquirizia: tutti i benefici (Pixabay)
Liquirizia: tutti i benefici (Pixabay)

Nei negozi di caramelle sicuramente l’occhio vi sarà caduto almeno una volta sulle particolarissime rondelle di liquirizia. Probabilmente non erano tra le vostre preferite dell’infanzia, solo i grandi buongustai possono vantare di aver apprezzato il suo sapore inconfondibile in tenera età. Eppure, in una piccola caramella sono contenute moltissime sostanze nutritive, inoltre – se state seguendo un regime alimentare dietetico e vi manca il dolcetto di fine pasto – potete trovare rifugio nella liquirizia senza zucchero. E’ possibile trovarla anche sotto forma di infusi, in ogni caso – qualsiasi sia la modalità scelta – rimane incredibilmente benefica per il corpo e l’organismo. Unica accortezza: il consumo è sconsigliato per chiunque soffra di ipertensione o malattie renali; inoltre è bene non abusarne, in quanto diminuisce il livelli di potassio nel corpo, aumentando quelli di sodio. Tralasciando i contro però, veniamo ora alle sostanze nutritive contenute in questa incredibile pianta.

Liquirizia: i benefici che non immagini

Fondamentalmente, la liquirizia possiede una sostanza nutritiva importante: stiamo parlando dei flavonoidi, i quali possono vantare diverse conseguenze benefiche per l’organismo. Prima di tutto – grazie a loro – la liquirizia diventa antiinfiammatoria, antibatterica, riduce i sintomi dell’artrite, protegge lo stomaco, sostiene l’effetto della vitamina C e migliora la salute del cuore. Oltre a questo, la liquirizia contiene anche aminoacidi, vitamine e sali minerali capaci di favorire i processi digestivi, contrastare la stanchezza cronica, la menopausa e rallentare la caduta dei capelli.

Insomma, in un piccolo rotolino di liquirizia nera possiamo trovare una serie di elementi capaci di arricchire il nostro corpo. Nel 2012 infatti, la liquirizia venne eletta pianta medicinale dell’anno anche per il fatto che ogni elemento della sua pianta è utilizzabile ed ha un uso specifico. Dalla medicina cinese a quella dell’antico Egitto, questa gemma scura è conosciuta da millenni ed è utilizzata tutt’oggi in moltissimi farmaci.