Vediamo insieme se questa diceria che gira da moltissimi anni è effettivamente vera oppure no sulle banane.

Banana: mangiare la punta fa davvero male? Ecco la verità
Banane è bene mangiare la punta? Scopriamolo

Tutte le mamme, o le nonne spesso ci hanno detto che la punta della banana non si può mangiare perchè fa male.

Ma effettivamente è vero oppure no? Scopriamolo insieme e vediamo cosa è realtà e cosa leggenda.

LEGGI ANCHE —> Lavatrice: metti un’aspirina dentro e la biancheria risplende!

Sicuramente le banane sono un frutto che viene mangiato tantissimo dai bambini, anche perchè molto dolce, e può essere utilizzato in mille momenti della giornata.

Banane: fa male mangiare la punta?

Infatti possiamo usarlo come snack da portare con noi, anche quando siamo fuori casa, oppure possiamo mangiarlo a colazione.

Una cosa è certa l’importante, come in tutte le cose è non esagerare, ma la famosa voce che non si può mangiare la punta è vera?

In realtà, assolutamente no, è solamente una leggenda popolare che non ha basi scientifiche.

LEGGI ANCHE —> Test: la prima lettera che vedi rivela chi sei

E’ vero che molto spessa non è bella a vedersi perchè più scura, ma è anche vero che è la parte che collega la banana al suo albero.

Dento, troviamo anche un puntino che tende al colore nero, e delle volte è anche più scuro, ma questo non vuole dire che ci sono sostanze dannose o parassiti al suo interno.

Banana: mangiare la punta fa davvero male? Ecco la verità
Banane: la punta non fa male veramente?

Quindi possiamo mangiarlo assolutamente senza problemi e senza il terrore di stare male, perchè questa è solamente una leggenda metropolitana che va avanti da tanti anni.

Nel corso del tempo, quindi molto spesso abbiamo sprecato una parte della banana che potevamo mangiare senza alcun tipo di problema.

Da adesso in poi quindi, niente più sprechi per questo frutto dolcissimo e davvero buonissimo che piace tanto a grandi e piccini.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui