Covid, coprifuoco anche in estate: turismo e locali in agonia. L’ambasciata Usa “Non andate in Italia”

0
234
Fonti ed evidenze: Today, Fanpage

Le riaperture sono ormai pianificate e partiranno dal 26 aprile ma il Governo degli Stati Uniti non si fida ed inserisce l’Italia nella lista nera dei paesi a rischio Covid.

Riaperture Stati Uniti 22 aprile 2021 leggilo.org
Getty Images/Sean Gallup

Le riaperture proseguono in Italia, comprensive però di un coprifuoco che resterà in vigore almeno fino a fine luglio: una misura che non basta però agli Stati Uniti, convinti che l’Italia non sia una meta sicura a causa della pandemia di Covid. La decisione del Governo di eseguire una graduale riapertura accompagnata però dal coprifuoco viene soprattutto dagli scienziati del Comitato Tecnico Scientifico che hanno chiesto al Ministro della Salute Roberto Speranza di seguire la via della prudenza – al punto che alcuni di loro si sono addirittura opposti totalmente alle aperture – finendo per convincere il ministero. A confermare la decisione è stato il Ministro per gli Affari Regionali Maria Stella Gelmini che ha dichiarato: “In tutti noi c’è la volontà di superare il coprifuoco, ma ci vuole gradualità per non consentire al virus di ripartire. Abbiamo proposto le 22:00 perché abbiamo ascoltato il Cts”, lanciando un monito ai cittadini. Il ministro ha infatti aggiunto che solo l’osservanza delle regole porterà ad un alleggerimento delle misure in questione e ad un annullamento del coprifuoco in futuro. A nulla sono valse le proteste di alcuni partiti tra cui la Lega che hanno tentato fino all’ultimo di posticipare il coprifuoco alle ore 23:00, soprattutto per favorire i locali che potranno riaprire a cena soltanto però fino alle ore 22:00.

Tuttavia, a non avere fiducia nelle riaperture non sono solo alcuni esperti in Italia ma anche negli Stati Uniti: proprio gli USA avrebbero inserito l’Italia in un ideale “lista nera” che comprende i paesi dove viaggiare è sconsigliato. Si tratta di un Travel Advisory, un invito non ufficiale che però compare sul sito dell’ambasciata americana in Italia e che invita i cittadini a mostrare grande cautela nello spostarsi verso il nostro paese, non solo per ragioni sanitarie: “Non viaggiate in Italia a causa del Covid 19 ed esercitate una cautela accresciuta a causa del terrorismo”si legge nell’avviso. Infatti, oltre al rischio sanitario, secondo le autorità nord americane nel nostro paese ci sarebbe anche il rischio di attentati: “I terroristi pianificano attacchi, potrebbero attaccare con poco o nessun preavviso, colpendo le località turistiche, gli hub dei trasporti, i mercati e i centri commerciali”, si legge sull’avviso in questione. A causa soprattutto della pandemia però, l’Italia sarebbe in buona compagnia nella lista di paesi verso cui il Governo degli Stati Uniti presieduto da Joe Biden sconsiglia gli spostamenti in occasione dell’estate: l’80% dei paesi di tutto il mondo hanno ricevuto il livello di rischio 4, il più alto, a causa della pandemia. La ragione principale è la campagna di vaccinazione degli USA che nonostante più di un intoppo ha già assicurato una certa copertura contro il Coronavirus a molti abitanti: il 50% delle persone con oltre 18 anni hanno già ricevuto almeno un iniezione, nel paese. In totale, con oltre 13 milioni di persone vaccinate, gli USA seguono Israele e Gran Bretagna nella classifica di chi ha vaccinato la più alta percentuale di persone a rischio.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui