Governo, si avvicina la tassa sulla successione, ne parla il Ministro Giuseppe Provenzano

0
14
Fonti ed evidenze: Tv2000, Corriere della Sera

Ospite della trasmissione Tv Benedetta Economia, il Ministro per il Sud e per la Coesione Territoriale Giuseppe Provenzano sottolinea la necessità di una riforma fiscale: “Sì al ritorno della tassa di successione”. 

Il Ministro per il Sud Provenzano: "Sì alla tassa di successione"
Giuseppe Provenzano/Andreas Solaro, Getty Images

Le tasse, si sa, sono argomento delicato. Lo sta scoprendo anche il Ministro per il Sud e la Coesione Territoriale Giuseppe Provenzano, intervenuto con una nota ufficiale per smentire alcune affermazioni attribuitegli in seguito alla partecipazione alla trasmissione Benedetta Economia, in onda sul canale episcopale Tv2000.

Il canale televisivo, attraverso un comunicato stampa in cui anticipava i principali contenuti della trasmissione, segnalava alcune dichiarazioni in cui Provenzano si diceva favorevole alla possibilità di introdurre una patrimoniale. Una ricostruzione non attendibile, secondo il Ministro, che ha quindi deciso di intervenire personalmente per chiarire la propria posizione. Anche perché, nel giro di poche ore dalla diffusione delle anticipazioni, la polemica politica lo ha immediatamente investito. Non soltanto da parte delle Opposizioni, storicamente allergiche a qualsiasi tipo di tassazione dei grandi patrimoni, ma anche da parte di esponenti politici vicini all’area di Governo. Segno di quanto il tema patrimoniale – recentemente riportato nel dibattito dall’ex Premier Mario Monti, oltre che dall’ex editore de La Repubblica Carlo De Benedetti – sia scottante nel panorama politico odierno.

Provenzano, attraverso la nota, prende le distanze dalle dichiarazioni attribuitegli dal comunicato stampa di Tv 2000 “in quanto non ho mai detto di essere favorevole ad una patrimoniale“, sottolinea il Ministro. Al contrario, il responsabile della Coesione Territoriale si dice “favorevole, a livello personale“, dal momento che un simile provvedimento non rientra nell’accordo di Governo, “a reintrodurre una forma di tassazione sulle successioni, nel caso di grandi ricchezze ereditate“.

La convinzione del Ministro è che l’Italia abbia bisogno di un importante intervento sul sistema fiscale. Secondo Provenzano, quindi, è importante che il Governo metta a punto in tempi brevi una proposta di riforma fiscale che, tra le altre cose, cerchi di ristabilire un concetto “previsto dalla Costituzione” ma, secondo il Ministro, abbandonato nel corso degli anni: quello della “progressività fiscale. Questo non si può fare però“, insiste Provenzano, “scaricandolo sul ceto medio ma scaricandolo sui grandi patrimoni“.

Una posizione che potrebbe creare ulteriori motivi di frizione all’interno della coalizione di Governo, già esposta a non pochi malumori e attesa da confronti probabilmente decisivi sulle decisioni da prendere in merito a questioni dirimenti: dalla gestione della pandemia al comportamento da assumere riguardo il Mes. Provenzano, d’altra parte, non ha mai fatto mistero delle sue opinioni in proposito.

Ancora nel corso della puntata di Benedetta Economia, perorando la causa di una tassa di successione, il Ministro non ha esitato ad autodefinirsi socialista e già in passato aveva in più occasioni segnalato l’opportunità di modificare la distribuzione del peso fiscale in maniera da agire in maniera più importante sui grandi patrimoni, sostenendo che “chi ha di più deve dare di più“.

I

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui