I fratelli Bianchi temono ritorsioni in carcere. E chiedono aiuto

0
13

In carcere è meglio evitarlo, il branco. Sono arrivati presto a questa conclusione i fratelli Gabriele e Marco Bianchi e stanno tentando di porvi rimedio, fino a quando sono in tempo.

 

I fratelli Gabriele e Marco Bianchi hanno paura di ritorsioni da parte di altri detenuti del carcere di Rebibbia e per questo hanno chiesto di restare in isolamento. Temono di essere aggrediti e pestati, esattamente come è accaduto, poco più di una settimana fa al povero Willy, Non si sa se questo timore nasce da minacce più o meno indirette da loro ricevute o se si tratta di una semplice e realistica constatazione delle dinamiche proprie dell’ambiente carcerario

I due, arrestati insieme a Mario Pincarelli e Francesco Belleggia (ai domiciliari) per l’omicidio di Willy Monteiro Duarte a Colleferro, dovrebbero restare in celle singole per altri sette giorni ma i loro legali hanno chiesto al giudice ei vertici del Dap di valutare il prolungamento dell’isolamento.

Intanto mercoledì ci sarà un nuovo appuntamento per ricordare il 21enne di origini capoverdiane massacrato a calci e pugni. Mercoledì 16 settembre alle ore 20:30 ci sarà una fiaccolata dal Parco del Castello fino in Piazza Italia, a Colleferro. Lo ha annunciato il sindaco Pierluigi Sanna.

Bugie finite

Pubblicato da Leggilo.Org su Domenica 13 settembre 2020

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui