Home Economia Scadenze imposte sui redditi, non c’è alcuna proroga: entro il 31 luglio...

Scadenze imposte sui redditi, non c’è alcuna proroga: entro il 31 luglio sono 142 le tasse da versare

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:34
CONDIVIDI

Inizia oggi, 20 luglio, il tour de force delle imposte: dall’Irpef al canone Rai. Sono previste 8,4 miliardi di entrate che riguardano 4,5 milioni di contribuenti. 

Nessuna proroga dal Tesoro: ecco quali sono le 142 imposte da versare entro il 31 luglio - Leggilo.org

Circa 4,5 milioni di contribuenti italiani sono chiamati, a partire da oggi, al versamento degli arretrati – ed ai nuovi corrispettivi – delle imposte fiscali sui redditi. Il Ministero dell’Economia, guidato da Roberto Gualtieri, in una nota ufficiale comunicata in Commissione Finanze alla Camera dal Sottosegretario Alessio Villarosa, ha annunciato che non ci sarà alcuna proroga delle scadenze – come richiesto dalle associazioni di categoria, specie delle partite Iva – come avvenuto nel mese di giugno. Un eventuale slittamento ad agosto, fanno sapere dal Tesoro, inciderebbe sull’elaborazione delle previsioni delle imposte autoliquidate della Nota Def che il Governo dovrebbe presentare nel mese di settembre. Parliamo di oltre 8,4 miliardi di euro di entrate, mentre è stata concessa una maggiorazione dello 0,4% a chi deciderà di versare i tributi entro il 20 agosto. Come spiega Agi, inizia una settimana caldissima su diversi fronti: sono infatti 142 le scadenze previste dal fisco dal 20 luglio al 31 luglio.

Il 20 luglio- non a caso ribattezzata “tax day” – sono 51 le scadenze dei versamenti previsti: si tratta delle maggiori imposte sul reddito come Irpef, Ires e Irap, per il saldo del 2019 e l’acconto del 2020; a queste si aggiunge, tra le altre, l’Iva periodica e il saldo del 2019 della cedolare secca il primo acconto 2020. Scadenze previste anche per il diritto annuale alla Camera di Commercio, l’imposta di bollo sulle fatture elettroniche – quelle emesse nel secondo trimestre del 2020 – ed i versamenti delle imposte, contributi previdenziali e assistenziali relativi alle dichiarazioni dei redditi per le partite Iva e soci di società. Entro il 30 luglio, invece, sono previste altre scadenze, 65 per la precisione. Il 27 luglio – come aggiunge Fanpage – è la data ultima per l’invio degli elenchi Intrast del secondo trimestre 2020 ed i mensili di giugno 2020. Il 30 luglio scade il termine ultimo per il versamento delle imposte sulle dichiarazioni dei redditi dei soggetti diversi dai titolari della partita Iva, ma con una maggiorazione dello 0,4%. Ultime scadenze di questo luglio torrido – e non solo per i gradi – sono fissate al 31 luglio: entro questa data vanno presentati i modelli per i rimborsi Iva trimestrali insieme alla richiesta di rimborso per le operazioni effettuate con l’estero nel secondo trimestre 2020, fino al versamento – per non può riceverlo in bolletta – del canone Rai. 

 

Fonte: Agi, Fanpage

Agi, Fanpage