Riapertura delle Regioni, De Luca: “Il Governo ha subito pressioni”

0
1

Il Governatore della Campania Vincenzo De Luca è stato tra i più critici verso la decisione del Governo di riaprire i confini per tutte le Regioni. Secondo De Luca l’Esecutivo avrebbe subito forti pressioni.

riapertura regioni polemiche de luca

Sembrava un obiettivo lontanissimo quello raggiunto il 3 giugno. E, invece, da ormai cinque giorni è nuovamente possibile spostarsi da una Regione e l’altra e verso l’estero. Eccetto quei Paesi europei che, per il momento, preferiscono restare chiusi agli italiani come, ad esempio, Austria e Grecia.

 La riapertura dei confini regionali ha suscitato reazioni diverse. Tra i più favorevoli a una riapertura a 360 gradi si è distinto il Governatore della Liguria Giovanni Toti che ha sottolineato anche la necessità economca di riaprire tutto il Paese, Lombardia inclusa. Favorevoli anche – riporta il Messaggero – i governatori dell’Emilia Romagna – Stefano Bonaccini – della Calabria – Jole Santelli  che ha anche proposto una cena con i governatori del Nord – e del Veneto – Luca Zaia.  Decisamente più critici, invece,  sono stati il presidente della Sardegna Christian Solinas, il governatore campano, Vincenzo De Luca, e il Dem Enrico Rossi, presidente della Toscana.

In particolare De Luca avrebbe voluto che venissero posti ancora limiti alla mobilità dei lombardi in quanto provenienti da una Regione dove il numero dei casi – per quanto in evidente decrescita – appare ancora alto. Addirittura – riferisce la  Repubblica  – ha ipotizzato che il Governo possa aver ricevuto pressioni: “Davvero non si comprende quali siano le Regioni che possono portare ad una riapertura generalizzata. La decisione sembra essere presa non sulla base di criteri oggettivi ma sotto la spinta di pressioni di varia natura”. Il Governatore campano ha informato che verranno effettuati ulteriori controlli e test rapidi, oltre a quelli già in vigore, al fine di evitare la nascita di nuovi eventuali focolai nella Regione da lui amministrata. Ha puntualizzato che, se fosse la sua Regione a trovarsi in una situazione ancora potenzialmente rischiosa, lui agirebbe in modo completamente diverso : “Se la mia Regione avesse ancora oggi un livello di contagio elevato, non esiterei a chiedere io, per un dovere di responsabilità nazionale, una limitazione della mobilità per i miei concittadini”.

La Regione Campania – come riportato dallo stesso Vincenzo De Luca sulla sua pagina Facebook – il 4 giugno ha raggiunto il tanto atteso traguardo “zero contagi“. Il Governatore regionale ha puntualizzato: “Facciamo in modo che questo risultato non venga messo in discussione da comportamenti non responsabili”. Ma a distanza di appena un giorno lo stesso De Luca – sempre su Facebook – ha informato i suoi cittadini dell’allentamento di determinate restrizioni.  Dal 5 giugno – dopo solo ventiquattro ore dal risultato tanto atteso – in Campania sono state di nuovo aperte ludoteche e aree giochi per bambini, cinema e drive- in all’aperto, piscine condominiali. Situazioni che potrebbero facilmente dare vita a nuovi contagi.

Permane invece il divieto di vendita di alcolici per l’asporto dopo le ore 22. Per disincentivare i ragazzi agli assembramenti fuori dai locali durante il weekend, il Presidente campano, dopo la fine del lockdown, aveva addirittura registrato un video nel quale sosteneva che la vodka venduta a basso costo in numerosi locali di Napoli venisse prodotta nelle fognature della città.

🔴 COVID-19, ORDINANZA N. 55#CORONAVIRUS: ho firmato l’ordinanza n. 55 del 5 giugno 2020, che contiene ulteriori misure…

Pubblicato da Vincenzo De Luca su Venerdì 5 giugno 2020

Non esita a elogiare sè stesso, De Luca, e sul modo in cui la Campania ha reagito all’emergenza: “La Campania si è salvata per diversi motivi. Uno di questi è che abbiamo avuto il coraggio di chiudere dieci giorni prima degli altri. Chiudere mentre in altre zone di Italia si facevano feste e brindisi in piazza” ha sottolineato il Governatore. Intanto Matteo Renzi, leader nazionale di Italia Viva, intervenendo alla trasmissione Agirà, ha sciolto le riserve sulle prossime elezioni regionali in Campania previste per settembre. Il suo partito correrà assieme ai democratici per la riconferma in Campania proprio del Governatore Vincenzo De Luca

Fonte: Il Messaggero, Repubblica, Dire,  Vincenzo De Luca Facebook

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui