Home Politica Opinioni Coronavirus, il Governo dice cosa si può fare e cosa no. Ma...

Coronavirus, il Governo dice cosa si può fare e cosa no. Ma non chiarisce nulla

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:27
CONDIVIDI

Ancora molta confusione sulle restrizioni che resteranno in atto anche dopo il 4 maggio. In attesa che Palazzo Chigi faccia chiarezza, arrivano le prime ordinanze regionali.

fase due ordinanze regionali

Quel che è chiaro è che da lunedì 4 maggio alcune realtà produttive riapriranno i battenti. E che, tutto sommato, potremo riprendere ad uscire un po’ di più. ma dove? Come? Per incotrare chi? Sport sì o sport no? I dubbi per gli italiani restano ancora moltissimi. Infatti – secondo quanto previsto dal nuovo Dpcm – si potrà andare a fare una corsa anche oltre i 200 mt da casa purchè non si oltrepassino i confini regionali. Si potrà andare nella propria seconda casa ma non vi si potrà dormire. Si potranno vedere “congiunti e affetti stabili“. E su quest’ultimo punto i punti interrogativi – permettetemi il gioco di parole – sono infiniti. A fare un po’ di chiarezza è intervenuto l’avvocato dello Stato Giulio Bacosi il quale – riferisce l’Ansa – ha precisato che con il termine “congiunti“, secondo il Codice Penale, s’intendono unicamente familiari e coniugi, appunto, non affetti stabili o altro. Tuttavia, avendo introdotto il Premier, in un secondo tempo, anche il concetto di “affetto stabile“, la cerchia allora si allarga anche ai fidanzati e alle persone che si amano. Ma, puntualizza l’avvocato Bacosi: “Si consente di potersi incontrare anche a due persone che si amano nel contesto di un rapporto che non sia meramente occasionale”. Ma, aggiunge che potranno incontrarsi anche amici e conoscenti per i quali, tuttavia, appare un po’ più arduo il compito di stabilire se il rapporto è “stabile” oppure no. Infatti – ricorda Il Giornale – fece un po’ discutere l’affermazione di qualche giorno fa del viceministro Sileri sugli “affetti stabili”. “Anche un’amicizia è un affetto stabile. A volte con gli amici si stabiliscono affetti migliori e più stabili che con i familiari”. Il problema è che se si lasciano aperte troppe possibilità e non si danno indicazioni precise si rischia di precipitare nel caos. Sul sito del Governo – riferisce la Repubblica – si legge questa lista riferita ai congiunti: coniugi, partner conviventi, partner di unioni civili e persone che sono legate da affetto stabile, parenti fino al sesto grado e affini fino al quarto grado.Tuttavia il Governo continua a ribadire di incontrarsi solo per motivi importanti.
Quindi visite sempre limitate al massimo: non deve esserci un avanti e indietro tra case di familiari, parenti e affini. Dice il Governo che aggiunge: “Sono consentiti gli spostamenti per incontrare esclusivamente i propri congiunti, che devono considerarsi tra gli spostamenti giustificati per necessità. È comunque fortemente raccomandato limitare al massimo gli incontri con persone non conviventi, poiché questo aumenta il rischio di contagio. In occasione di questi incontri devono essere rispettati: il divieto di assembramento, il distanziamento interpersonale di almeno un metro e l’obbligo di usare le mascherine”. E anche qui si va a libera interpretazione, con tutti i rischi del caso.

Riferisce il Corriere della Sera che Palazzo Chigi sta lavorando per dare indicazioni chiare in merito alla possibilità di fare attività sportiva. L’Italia, ormai, è diventata un Paese di runners e sono in tanti a chiedersi e a chiedere cosa sarà o non sarà consentito fare da lunedì 4 maggio in termini di attività motoria. Infatti, uno dei problemi principali, è che se si potrà fare attività fisica anche oltre i confini del Comune, allora in molti potrebbero approfittarne per fare un “salto” ogni giorno nelle seconde case al mare o in montagna.

E, come prevedibile, non essendoci ancora indicazioni chiare da parte del Governo, ogni Regione sta dettando le sue regole. E così, nelle ultime ore, si scopre che ciò che si potrà fare in Sicilia sarà assolutamente vietato, ad esempio, in Toscana. Infatti -spiega la Repubblica – mentre in Sicilia il Governatore Nello Musumeci consentirà gli spostamenti nelle seconde case – sempre dentro i confini della Regione – purché stagionali e non giornalieri, il Governatore della Toscana, Enrico Rossi, li vieterà. In Liguria, invece, si potrà andare nelle seconde case anche in due ma solo per lavori di manutenzione e si dovrà rientrare entro sera. In Abruzzo il Governatore Marsilio ha fatto cadere il divieto di passeggiate in spiaggia e, a quanto pare, anche la Regione Marche ha intenzione di fare lo stesso. Ancora in Sicilia Musumeci ha autorizzato la riapertura dei circoli sportivi dove si praticano sport individuali. Il Dpcm consente il rientro presso la propria residenza o domicilio per chi, come gli studentimè rimasto lontano a causa del Lockdown. Ma alcune Regioni, come Campania e Basilicata, imporranno 14 giorni di quarantena a chi fa ritorno e sarà obbligatorio anche sottoporsi al tampone.

Insomma l’unica certezza è che, al momento, non abbiamo certezze.

Fonte: Ansa, Corriere della Sera, Repubblica

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]