Chiuso in casa da giorni, litiga con la madre e la uccide in piena notte

0
1

Il ragazzo, dopo aver discusso con la madre, ha preso il suo coltello a serramanico e le ha inferto 5 coltellate al petto. Inutili i soccorsi, per la donna non c’è stato nulla da fare. I carabinieri hanno bloccato il 23enne poco lontano dal portone di casa. 

Brindisi omicidio - Leggilo.org

 

Drammatica notizia arriva dalla Puglia, una tragedia nella tragedia nell’Italia che sta lottando contro l’epidemia di Covid-19. La Puglia, informa la Gazzetta del Mezzogiorno, il 23 marzo annoverava 906 contagiati almeno 120 nuovi casi e 6 decessi.E forse la reclusione forzata di questi giorni può essere stato un fatto scatenante all’interno di una vicenda contrassegnata dal disagio psichico.

Nella notte del 18 marzo, come riporta Il Fatto Quotidiano, un ragazzo di 23 anni, Andrea Asciano, di San Vito dei Normanni, Comune di meno di 20mila abitanti, in provincia di Brindisi, ha ucciso sua madre Rossella Cavalieri, di anni 51.

All’origine del folle gesto, secondo le prime ricostruzioni dell’Arma dei Carabinieri, una lite per futili motivi, al termine della quale il 23enne è andato nella propria camera per dormire. Un’ora e mezza doto avrebbe preso un coltello a serramanico che teneva nascosto con il quale ha colpito sua madre, sorpresa nel corridoio della casa, con 5 coltellate al petto. A dare l’allarme sono stati vicini, impauriti dalle spaventose grida della donna. Il fatto sarebbe accaduto attorno all’una di notte.

I Carabinieri della stazione locale, arrivati prontamente sul posto, hanno bloccato il ragazzo che stava sull’uscio del portone di casa e rinvenuto l’arma del delitto su un muretto poco lontano dall’abitazione. Per la donna sono stati inutili i soccorsi: troppo pesanti e profonde le ferite subite è deceduta poco dopo prima dell’arrivo in ospedale. Nella casa di San Vito dei Normanni vivevano il ragazzo, la madre e la sorella del giovane, una ragazza di 29 anni, che è stata accompagnata al presidio ospedaliero più vicino in stato di choc. La Procura di Brindisi ha disposto l’autopsia sul corpo della vittima. Come aggiunge Ansa, il giovane stava cercando di allontanarsi dall’abitazione ma è stato prontamente fermato. Un interno paese è precipitato nello sconforto per la terribile tragedia.

 

Fonte: Il Fatto Quotidiano, Ansa

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui