Coronavirus, il premier Conte pensa a Salvini: “C’è chi vuol lucrare consenso”

0
5

Il Presidente del Consiglio chiede un impegno di tutti i rappresentati delle istituzioni per fronteggiare l’emergenza, ma non risparmia una critica a Salvini. Intanto il leader della Lega invia le proposte del Carroccio per i territori della zona rossa. 

Coronavirus, Conte: "Stiamo facendo il possibile". Salvini: "Pronte proposte Lega" - Leggilo.org

Giorni di tensione tra il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e il leader della Lega Matteo Salvini. Nei giorni scorsi il Premier, aveva accusato il presidio ospedaliero di Codogno non aver applicato i protocolli previsti, diramati dall’Istituto Superiore della Sanità e dal Ministero della Salute, favorendo il dilagare dei contagi. In una lunga intervista rilasciata al Corriere della Sera, il Premier ha cercato di placare le polemiche, anche se ha attaccato l’ex Ministro dell’Interno. Spiega Conte: “Ci stiamo adoperando con grande impegno, avvalendoci dei migliori esperti, per gestire questa emergenza nel modo più efficace. Quella che stiamo fronteggiando è una sfida in cui ognuno di noi è chiamato a dare il proprio contributo”. E, continua, il Premier: “Questo è il momento della coesione e dell’unità nazionale, non della polemica. L’Italia si aspetta da tutte le forze politiche un atteggiamento responsabile, ispirato a collaborazione e professionalità”. 

Conte lancia poi una frecciata al capo dell’opposizione: Chi pensa di poter lucrare in termini di consenso, alimentando la paura, non fa l’interesse della Nazione. Abbiamo un’emergenza che ci impegna severamente e un Paese di cui prenderci cura”. Nella giornata di ieri, Salvini, ha pubblicato la lettera inviata proprio al Presidente Conte, contenente le proposte della Lega, sia per come affrontare l’emergenza sanitaria, sia per gli aiuti economici per i territori colpiti dall’epidemia. Scrive Salvini: “Le iniziative di sospensione degli adempimenti fiscali messe in campo dal Tuo governo esclusivamente per le ‘zone rosse’ non sono assolutamente sufficienti”. Continua l’ex Ministro: “Ti chiedo di valutare un immediato provvedimento non di sospensione ma di esonero dal pagamento di tutti gli oneri previdenziali e dei tributi a carico delle attività produttive danneggiate dall’emergenza”. Per Salvini, che ha inoltre chiamato Conte al telefono, questo è un impegno concreto della Lega, che invita il Premier a non valutare con pregiudizio le proposte del Carroccio. Gli aiuti economici spaziano dal settore della ristorazione e turistico, fortemente indebolito dall’emergenza, all’agricoltura, specie nella zona lodigiana, fortemente colpita in tutta la sua filiera. E, aggiunge il Segretario della Lega, prevedere aiuti anche alle famiglie, ipotizzando la chiusura delle attività scolastiche, che in queste settimane, provvederanno ad affidarsi a persone terze per i piccoli. Conclude Salvini: “È importante, fin da ora, prevedere un periodo di Free Tax Zone per tutte le aree maggiormente interessate dalle ricadute economiche negative che non sono esclusivamente le zone rosse: tale provvedimento servirà per agevolare la ripresa economica al termine dell’emergenza”.

Come promesso, ho telefonato pochi minuti fa al presidente Conte per annunciargli la lettera con le proposte della Lega…

Pubblicato da Matteo Salvini su Martedì 25 febbraio 2020

Fonte: Corriere della Sera, Matteo Salvini FB

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui