Giovane senegalese aggredito a Palermo, Lamorgese: “Ennesimo episodio razzista”

0
2

Sabato notte, un gruppo di ragazzi ha dapprima insultato con epiteti razzisti e poi aggredito un ragazzo senegalese da anni residente nel capoluogo siciliano. Qualche giorno fa il Ministro dell’Interno si era detta preoccupata per gli episodi di razzismo crescenti nel Paese. 

Aggressione razzista a Palermo, Lamorgese: "Ennesimo episodio, preoccupati dal clima nel Paese" - Leggilo.org

Un giovane ragazzo originario del Senegal e da diversi anni residente a Palermo è stato aggredito, sabato notte, in pieno centro. Come racconta Tgcom24, il giovane 20enne Kande Boubacar, è stato dapprima accerchiato e insultato con epiteti razzisti e poi aggredito a calci e pugni. A raccontare la vicenda, oltre allo stesso ragazzo che ha postato sui social una sua foto mentre si trovava al pronto soccorso, dove erano evidenti le contusioni al volto, altri due giovani che hanno allertato le forze dell’ordine. I due hanno anche raccontato che nessuno dei passanti, sino al loro arrivo, era intervenuto per soccorrere il giovane senegalese. Tutte queste dichiarazioni solo al vaglio degli inquirenti che stanno visionando le numerose telecamere presenti in quel tratto di strada. L’aggressione è avvenuta infatti in Via Cavour, non lontano dal Teatro Massimo, nel pieno della movida palermitana. Sul caso è intervenuta anche il Capo del Viminale Luciana Lamorgese, che già qualche giorno fa, in occasione delle minacce ricevute dalla redazione de “La Repubblica”, aveva espresso forti preoccupazioni per il clima d’odio crescente nel Paese. Come riporta Fanpage, il Ministro dell’Interno ha annunciato di aver sentito il Prefetto di Palermo Antonella De Miro: “Purtroppo sono episodi che stanno capitando sempre più spesso. Dobbiamo porre la massima attenzione. Ho sentito il prefetto. Ho mandato anche un messaggio di vicinanza”. A stretto giro è arrivata anche la dichiarazione del primo cittadino Leoluca Orlando che, ai microfoni di SkyTg24, ha condannato l’aggressione: “Purtroppo vi sono altri palermitani, certamente una piccola minoranza, incivili, barbari e codardi. Contro di loro e perché siano perseguiti come meritano, non sono e non sarò mai rassegnato. Confido nella professionalità delle Forze dell’Ordine perché siano presto individuati, annunciando fin d’ora che il Comune sarà parte civile, se possibile proceduralmente, in un eventuale procedimento penale”.

 

Fomte: SkyTg24, Tgcom24, Fanpage

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui