Home Chi è Paolo Palumbo: chi è il ragazzo ammalato di SLA sul palco di...

Paolo Palumbo: chi è il ragazzo ammalato di SLA sul palco di Sanremo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:53
CONDIVIDI

Paolo Palumbo: tutte le informazioni sul ragazzo ammalato di SLA, il più giovane d’Europa, che si esibirà martedì 5 febbraio sul palco dell’Ariston.

Paolo-Palumbo1-638x425

Paolo Palumbo è un giovane chef sardo la cui vita è stata sconvolta da una malattia subdola e terribile: la SLA, la Sclerosi Laterale Amiotrofica che di solito colpisce dopo i 60 anni ma che invece ha interessato Paolo da quando aveva solo 17 anni. Nonostante questo non si è mai arreso e su Instagram ha quasi 31 mila persone che quotidianamente leggono le sue parole di forza e coraggio. Per conoscere meglio Paolo, poiché lui non più farlo personalmente, riportiamo le parole del fratello Rosario.

Paolo Palumbo: chi è 

“Mio fratello ha 21 anni, e da quando ne aveva 17 combatte contro la Sclerosi Laterale Amiotrofica, conosciuta come SLA. La giovanissima età in cui gli è stata diagnosticata lo ha reso detentore di un drammatico primato: quello di più giovane malato di SLA d’Europa” ha scritto Rosario sul sito gofundme per raccogliere i fondi necessari per le cure del fratello.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

CHE GIORNATA DI EMOZIONI! Come potete ben vedere in questa foto sono con la coppia che ha fatto e fa sognare milioni di italiani e di persone in tutto il mondo.. Sono stato ospite del evento di inaugurazione di CASA SIAE, nonché ho avuto l’onore di inaugurare io CASA SIAE a Sanremo. Al mio fianco il direttore generale della SIAE e il presidente ma prima di tutto maestro dei maestri della musica MOGOL! Descrivere le emozioni è veramente impossibile ma il mio cuore è impazzito! Ricevere i baci e l’affetto materno di Romina è stato fantastico e avere la mano di Albano che stringeva la mia con un intenso calore… Che adrenalina e felicità… Manca un giorno alla mia esibizione e sono euforico… Vi mando un abbraccio e vi ho con me nel cuore (nonostante siate un po’ tantini, vi ho tutti con me )! Un abbraccio gigante a tutti voi!

Un post condiviso da Paolo Palumbo (@paolopalumbofinalmenteabili) in data:

Ma Paolo non si è mai perso d’animo: il suo sogno era quello di fare lo chef, e quando chiese ad un malato di SLA da 8 anni che cosa gli mancasse di più, questo gli rispose “il piacere di gustare i sapori”. Allora Paolo grazie alle sue competenze ed al suo genio inventò un tampone chiamato Il gusto della vita che grazie alle essenze dei cibi permette di far riassaporare piatti complessi a coloro che non possono più mangiare per questioni fisiche. Ma questo è solo uno dei tanti traguardi che ha raggiunto: nel 2017 ha dato vita ad un Pool Team di eminenze della medicina per combattere la SLA, ha conosciuto Obama, è stato inserito nella lista dei 10 eroi d’Italia ed al momento attuale sta lavorando alla creazione di un Assessorato per la Disabilità in Sardegna, la nostra terra”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

-2 ALLA MIA ESIBIZIONE AL FESTIVAL DI SANREMO! Finalmente a Sanremo e pieno d’amore, sono arrivato a casa verso l’ora di pranzo ho ricevuto un po’ di persone e poi mi sono rilassato e dedicato a godermi l’amore ma anche il vostro affetto e ho letto i vostri commenti e il vostro magnifico sostegno e sapete una cosa?? SONO CARICO A MILLE… ❤️💪🏻 Siete la famiglia più numerosa e affettuosa.. 😍 Siete nel mio cuore… ❤️ Continuate a sostenermi e riempire il mio cuore, devo fare il pieno per l’esibizione di mercoledì 5 al festival di Sanremo! Vi voglio tutti davanti alla TV. Un bacio grande… ❤️😘🙏🏻 P.S. Quel cuore che vedete è il mio, il mio amuleto porta fortuna regalato da una piccola grande sostenitrice❤️

Un post condiviso da Paolo Palumbo (@paolopalumbofinalmenteabili) in data:

Amadeus ha voluto Paolo sul palco di Sanremo come ospite con il brano “Io sono Paolo”. Canterà attraverso un riproduttore vocale sonoro che utilizza un sensore ottico. “Sanremo è il palcoscenico giusto per portare il mio messaggio di speranza – le sue parole – sembra strano parlare di positività da una carrozzina, ma è anche un buon modo per farsi ascoltare da un vasto pubblico”.

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]