Roberto Benigni, diecimila euro al minuto per la sua partecipazione a Sanremo

0
1

L’attore toscano Roberto Benigni, per la sua partecipazione a Sanremo, ha chiesto un cachet molto elevato. E ciò ha suscitato forti polemiche.

Compenso benigni sanremo

Il festival musicale più atteso dell’anno non è ancora iniziato ma le polemiche sono state già moltissime. A partire dalla presenza, prima annullata e poi riconfermata, della giornalista palestinese Rula Jebreal reduce da un Capodanno da sogno nella villa di Giulia Ligresti.

La giornalista, invisa a diversi esponenti del Centrodestra anche perchè qualche tempo, nel corso di un’intervista, definì “fascisti” gli italiani. Con queste premesse il festival di Sanremo del 2020 verrà ricordato forse più per le polemiche suscitate piuttosto che per le canzoni. Le affermazioni del presentatore Amadeus che ha sottolineato l’aspetto estetico delle presenze femminili piuttosto che la loro intelligenza hanno indignato un gran numero di donne. Per non parlare della partecipazione di Junior Cally, il rapper mascherato che scrive testi che – a detta di molti – inciterebbero alla violenza sulle donne. Nelle ultime ore, invece, le indignazioni si sono spostate dal fronte etico a quello economico. Infatti – come ha riportato Dagospia – l’attore Roberto Benigni, per la sua presenza che, più o meno, non supererà i 30 minuti, ha chiesto un compenso di ben 300.000 euro. Compenso, tuttavia, molto vicino a quello ricevuto per il suo monologo al festival di Sanremo del 2014. Benigni, da sempre di Sinistra, durante il precedente Governo scrive il Giornale non mancò di sottolineare con ironia che il Ministero degli Interni fosse assegnato a Salvini. “Fa ridere” disse, trattandolo alla pari di un buffone.

La Rai non ha ancora deciso se accettare la richiesta dell’attore toscano in quanto già da tempo questi cachet da capogiro hanno suscitato aspre critiche da parte dei contribuenti. L’Amministratore Delegato Fabrizio Salini, ha confessato di trovarsi in forte difficoltà nel dover prendere una decisione. Ha specificato che la presenza di Benigni al festival attirerà così tanti sponsor che tale cifra verrebbe ampiamente recuperata dalla Rai. Ma è alto il rischio che molti telespettatori, stanchi di vedere pagati così tanto i soliti “vip”, potrebbero decidere di boicottare Sanremo.

A rischio anche la partecipazione di Georgina Rodriguez, la bella fidanzata del calciatore Cristiano Ronaldo. La donna che – secondo parole testuali di Amadeus– “saprebbe stare dietro ad un grande uomo”. Anche la sua presenza – riferisce Il Fatto Quotidiano – non è ancora stata confermata, sebbene, rispetto a Roberto Benigni, lei si sia limitata a chiedere “solo” 140.000 euro. Anche in questo caso l’esborso di tale cifra sarebbe giustificata dal fatto che ad accompagnarla ci sarebbe il fidanzato, l’acclamatissimo CR7. E la sua presenza al festival, seppur seduto in platea, attirerebbe non solo sponsor ma farebbe salire lo share grazie ai moltissimi tifosi juventini che resterebbero incollati allo schermo.

Fonte: Dagospia, Il Fatto Quotidiano, Giulia Ligresti Instagram, Il Giornale

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui