Home Cronaca Ovadia: “Salvini? Accusare gli immigrati di alimentare antisemitismo è da canaglia”

Ovadia: “Salvini? Accusare gli immigrati di alimentare antisemitismo è da canaglia”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:07
CONDIVIDI

Lo scrittore ha risposto all’ex Ministro dell’Interno, che pochi giorni ha rilasciato un’intervista in cui additava agli immigrati di fede islamica il crescente antisemitismo in Europa. 

Ovadia: "Salvini accomuna immigrati e antisemitismo? Sciacallo" - Leggilo.org

Moni Ovadia, raggiunto dai microfoni de Il Fatto Quotidiano, ha attaccato pesantemente il leader della Lega Matteo Salvini. Pochi giorni fa, l’ex Ministro dell’Interno, in un’intervista rilasciata al giornale israeliano “Israel Ha-Yom” in occasione della settimana della memoria che celebra il 75° anniversario della liberazione del campo di Auschwitz, come spiega La Stampa, interpellato sui crescenti episodi di antisemitismo nel nostro Paese e in Europa ha dichiarato: “Questo ha a che vedere con il rafforzamento negli ultimi anni dell’estremismo e del fanatismo islamico”. Parole che hanno scatenato accese polemiche, con l’associazione Unione delle Comunità Islamiche d’Italia che ha espresso “sconcerto per le parole di Salvini” e invitato il Segretario del Carroccio ad essere “più responsabile e rispettoso”. Ieri è arrivata anche la risposta di Moni Ovadia, che ha dichiarato: “Tipico atteggiamento da avvoltoi e da canaglie, perchè il crimine assoluto- l’Olocausto– l’hanno commesso gli europei, gli occidentali. Non sono stati gli unici, ma tra i principali responsabili dei peggiori crimini dell’umanità. Salvini lo fa solo per la sua carriera. Ha un solo scopo: garantirsi a vita un mestiere”. 

 

Fonte: Il Fatto Quotidiano, La Stampa

 

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]

Il Fatto Quotidiano, La Stampa