Home Personaggi Carola Rackete torna in Italia: “E’ sempre un pericolo per me”

Carola Rackete torna in Italia: “E’ sempre un pericolo per me”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:31
CONDIVIDI

L’ex comandante della Sea Watch, Carola Rackete, sarà ospite di Fabio Fazio nel programma “Che tempo che fa”, su Rai Due, domenica 14 novembre.

Fabio Fazio ospiterà Carola Rackete nella prossima puntata di "Che tempo che fa" - Leggilo.org

L’ex comandate della Sea Watch è arrivata in Italia già da qualche giorno. In settimana ha presentato, presso la Fondazione Feltrinelli, il suo nuovo libro dal titolo: “Il mondo che vogliamo. Appello all’ultima generazione”. Rackete, che per la prima volta tornava in Italia dalle vicende della Sea Watch, aveva espresso qualche preoccupazione per il suo viaggio: “Venire in Italia comporta ancora qualche rischio per me e per questo ho aspettato così tanto prima di tornare, dopo quest’estate. Devo adottare qualche misura di sicurezza, ma tutto ciò non mi preoccupa eccessivamente. Sono vittima dell’hate speech, lo sapete quel che circola in Rete, non solo in Italia ma anche in Germania e in Gran Bretagna, ma non mi fa molto effetto. Mi fa molto più effetto il razzismo verso le altre persone, le discriminazioni e le ingiustizie sociali che ci sono nel mondo. Quello che oggi si può fare per cambiare questo stato di cose è mettersi assieme per lottare per gli stessi obiettivi, per difendere i diritti umani, come stiamo facendo stasera”.

Rackete è ancora indagata in Italia 

La notizia ha suscitato polemiche data la posizione giudiziaria non ancora chiarita della giovane tedesca. Lo scorso giugno, Rackete, al timone della nave di soccorso Ong Sea Watch, violò i divieti dell’allora Ministro dell’Interno Matteo Salvini ed entrò, dopo dieci giorni al largo, nelle acque di Lampedusa. Denunciata, venne espulsa dal Paese in attesa del processo. Il gip di Agrigento Alessandra Vella decise di non convalidare l’arresto, facendo ricadere le accuse di sfruttamento dell’immigrazione e annesse. Restano però a carico dell’ex capitana, le accuse di resistenza a pubblico ufficiale e violenza a nave da guerra, per lo speronamento di una motovedetta della Guardia di Finanza avvenuta durante l’entrata nel porto di Lampedusa. Per il pm Luigi Patronaggio, lo scontro tra le due imbracazioni non fu accidentale, bensì una manovra deliberatamente voluta da Rackete. Per tale motivo, come rivela Il Giornale, per l’ex comandante della Sea Watch dovròà pronunciarsi la terza sezione della Corte di Cassazione il prossimo 16 gennaio.

Fabio Fazio: “Sarà un onore averla ospite”

Come annuncia Fanpage, insieme a Carola Rackete saranno ospite delle trasmissione anche Giorgia Linardi, portavoce di Sea Watch Italia e Muhumad Diaoune, calciatore senegalese della Sant’Ambroeus F.C. di Milano, squadra di richiedenti asilo e rifugiati. Intanto il conduttore Fabio Fazio, in un tweet, si dice onorato di poter ospitare Rackete.

 

Fonte: Il Giornale, Fanpage, Fabio Fazo Twitter

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]

Il Giornale, Fanpage