Home Cronaca Francesca Archibugi: “Difendo il partito di Bibbiano. I bambini non sono dei...

Francesca Archibugi: “Difendo il partito di Bibbiano. I bambini non sono dei genitori”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:49
CONDIVIDI

Francesca Archibugi, regista e sceneggiatrice, si è schierata dalla parte del “partito di Bibbiano” e sul fatto che lo Stato possa decidere su dei bambini.

Francesca Archibugi difendo partito Bibbiano bambini non sono dei genitori - Leggilo

Intervenuta sulle frequenze di Radio Capital nel corso della trasmissione Circo Massimo per presentare il suo nuovo film “Vivere”, Francesca Archibugi, ha parlato della vicenda nota come Bibbiano e relativa ai presunti affidi illeciti di bambini scoperti dall’inchiesta “Angeli e Demoni”.

Ebbene, arrivando al tema famiglia il presentatore del programma radiofonico, Massimo Giannini, ne parla come “il luogo in cui si producono più spesso forme di violenza. Violenza anche fisica, non solo condizionamento morale o psicologico“. E sul punto la donna inizialmente replica: “La famiglia è tantissime cose, quindi è difficile stabilire che cos’è, ma arriva fino ad aberrazioni di quel tipo“.

A questo punto la regista tocca proprio il caso Bibbiano: “Quando uno dice ah, strappare i bambini alle mamme – esclama – Ma a volte è stato un bene strappare i bambini alle famiglie, perché le famiglie possono essere anche qualcosa di sinistro – aggiunge – Bisogna avere un atteggiamento aperto nei confronti della famiglia, sia nel suo bene che nel suo male“.

Giannini quindi risponde: “Adesso la accuseranno di difendere il partito di Bibbiano“. E allora Archibugi: “Ma certo, io difendo il partito di Bibbiano. Io difendo come idea il fatto che lo Stato possa decidere su dei bambini – sostiene – Non bisogna indietreggiare di un passo su questo, perché sono state delle conquiste enormi“.

E qualora ci fossero stati abusi, perseguirli senza pietà – prosegue, come riportato da Il Giornaleproprio perché è un principio importantissimo dello stato di diritto che il bambino non è dei genitori. Quindi ci tengo tantissimo a dire che sì, sono del partito di Bibbiano“.

Con buona pace del fatto che il “partito di Bibbiano”, cioè i principali indagati, secondo le carte dell’accusa, avrebbero tolto i figli a genitori che non avrebbero commesso alcun abuso ed, anzi, in alcuni casi, i bambini sarebbero addirittura stati plagiati pur di accusare il padre o la madre.

Come riferito da Adnkronos, le frasi di Francesca Archibugi non sono sfuggite a Daniela Santanchè, esponente di Fratelli d’Italia, che tramite il proprio account Twitter le ha così commentate: “La regista rossa Archibugi, ‘orgogliosa’, dice di essere ‘del partito di Bibbiano: ci tengo tantissimo, difendo Bibbiano – scrive – I bambini non sono dei genitori ma dello Stato’. Quando l’ideologia è folle e pericolosa, senza ritegno“.

Fonte: Il Giornale, Adnkronos, Daniela Santanchè Twitter