Home Cronaca Milano, Stazione Centrale: un uomo pugnala un militare e urla “Allah Akbar”

Milano, Stazione Centrale: un uomo pugnala un militare e urla “Allah Akbar”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:12
CONDIVIDI

Questa mattina a Milano un immigrato ha pugnalato alla gola un militare urlando “Allah Akbar”. Si sta indagando sull’ipotesi di attentato terroristico.

immigrato pugnala militare a Milano

Questa mattina in Piazza Duca D’Aosta, davanti alla Stazione Centrale di Milano, un immigrato ha aggredito alle spalle un militare e lo ha pugnalato alla gola con un paio di forbici. Come riferisce Il Giornale, dopo essere stato fermato, l’aggressore ha urlato “Allah Akbar“, il ché fa sospettare di un possibile attentato di matrice terroristica su cui gli inquirenti stanno indagando. Il militare, il caporale scelto Matteo Toia – 34 anni appartenente al Quinto Reggimento Alpini della Brigata Julia scrive Milano Today –   stava svolgendo il suo quotidiano servizio all’interno del progetto comunale “Strade Sicure” e sarebbe stato raggiunto da due fendenti, al collo e alla spalla. L’aggressore, un cittadino straniero che secondo alcuni testimoni frequenta il piazzale davanti alla Stazione Centrale, sarebbe poi scappato in direzione di via Vittor Pisani, ma è stato fermato dai carabinieri del Reggimento Lombardia. Proprio in questo frangente avrebbe urlato “Allah akbar”. Dopo l’aggressione il militare ferito è stato prontamente medicato sul posto dal 118 e poi trasportato all’ospedale Fatebenefratelli. Le sue condizioni non sono gravi.

L’aggressore un 23enne clandestino originario dello Yemen – riporta scrive l’Ansa – era già noto alle forze dell’ordine: era già stato denunciato per minacce e resistenza a pubblico ufficiale. Soltanto ieri sera, intorno alla mezzanotte l’uomo era stato segnalato perché si aggirava con una penna in mano e, usandola come fosse un pugnale, cercava di colpire le persone, sempre vicino alla Stazione Centrale. La Procura chiederà la convalida dell’ arresto al GIP e la custodia cautelare in carcere per l’aggressore,

La zona resta uno dei punti critici della città a causa della costante presenza di immigrati – in gran parte clandestini.  che bivaccano tutto il giorno importunando i passanti. Soltanto qualche mese fa uno straniero aveva pugnalato due passanti. In quell’occasione un libico di 33 anni, intorno alle 7 di mattina, era entrato in un ristorante, nei pressi della Stazione Centrale, e aveva rubato un affilatissimo coltello da cucina di cui si era servito per ferire i passanti, senza motivo

Fonti: Il Giornale, Milano Today,  Ansa

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]