Home Estera Il Consiglio d’Europa: “I migranti della Sea Watch devono sbarcare, dategli un...

Il Consiglio d’Europa: “I migranti della Sea Watch devono sbarcare, dategli un porto”

CONDIVIDI

In merito alla questione della Sea Watch 3 – l’imbarcazione battente bandiera tedesca che si trova poco distante da Lampedusa – si è espresso il Consiglio d’Europa. Il Commissario per i Diritti Umani ha richiesto che venga dato subito ai migranti un porto sicuro.

Sea Watch porto sicuro ai migranti - Leggilo

Come riporta l’Ansa, il Consiglio d’Europa, attraverso il Commissario per i Diritti Umani Dunja Mijatovic, ha richiesto all’Italia un rapido passo indietro. Il Commissario non apprezza l’atteggiamento del Governo italiano nei confronti delle Ong. “Sono seriamente preoccupata per l’impatto che alcune parti del Decreto Sicurezza bis potrebbero avere sulla vita delle persone che necessitano di essere salvate in mare” ha detto. Dunja Mijatovic esclude categoricamente la possibilità che i “migranti salvati in mare” tornino ad essere essere sbarcati in Libia, “perché i fatti dimostrano che non è un Paese sicuro” ha proseguito Dunja Mijatovic risoluta nel chiedere che alla “Sea Watch 3 sia indicato tempestivamente un porto sicuro che possa essere raggiunto rapidamente“. Non manca una sottolineatura ad personam contro il Ministro dell’Interno italiano, Matteo Salvini: “si deve mettere fine alla politica di chiudere i porti per tutte le Ong, di proibire la navigazione in acque territoriali o in certe aree in quelle internazionali“.

Il Commissario ha raccomandato agli Stati membri dell’organizzazione e dell’UE di rispettare “il diritto di controllare i confini e il dovere di proteggere le vite e i diritti delle persone soccorse nel Mediterraneo”. La responsabilità per le operazioni di ricerca e salvataggio, infatti, spetta a tutti gli Stati membri della UE e non solo a quelli costieri.

Parole a cui fanno eco quelle di Matteo Salvini che, al termine dell’assemblea di Confartigianato, ha ribadito:  “In Italia per quello che mi riguarda e col mio permesso non arriva nessuno, possono mandare i caschi blu dell’Onu, gli ispettori del Consiglio d’Europa, il commissario Basettoni, Pippo, Pluto e i Fantastici 4. Barchini e barconi non ne arrivano”. L’applicazione del Decreto Sicurezza ha impedito lo sbarco in acque territoriali e l’imbarcazione si trova attualmente poco distante da Lampedusa in attesa della ricezione di un porto.  Intanto, la Procura di Agrigento ha aperto un’inchiesta, al momento contro ignoti, per favoreggiamento all’immigrazione clandestina. Il caso è passato ai pm siciliani dopo lo sbarco, a Lampedusa, di alcuni migranti per ragioni sanitarie, in apparenza.

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: fact@leggilo.org

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: contro@leggilo.org
Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore