Mattarella, messaggio di auguri agli Islamici per il Ramadam: “Insieme contro l’odio”

0
197

Sergio Mattarella ha inviato, con una lettera condivisa sul sito ufficiale della Presidenza della Repubblica, un messaggio alla comunità islamica per la fine del Ramadan.

Mattarella fine Ramadan - Leggilo

Si discute ancora della questione che ha visto legati il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella circa il conferimento dell’onorificenza ad Asmae Dachan, la giornalista italo-siriana premiata per il suo impegno per la pace e il dialogo interreligioso. La donna ha annunciato azioni legali per chi l’ha offesa, parlando del conferimento come di una sottomissione all’Islam radicale e ipotizzando rapporti con i terroristi. Intanto, però, l’apertura al mondo islamico di Mattarella si è palesato nuovamente, in occasione della fine del Ramadan, il mese sacro ai musulmani. 

“Al termine del Ramadan desidero porgere ai cittadini italiani di fede islamica e ai musulmani ospiti o residenti nel nostro Paese un sincero augurio di felice e sereno Eid al Fitr. La realizzazione di società inclusive e pacifiche, rispettose dei diritti delle persone, con identico rispetto per quelle appartenenti a minoranze religiose, esige la partecipazione di tutti e rappresenta un dovere nei confronti delle giovani generazioni”, si legge sul sito ufficiale della Presidenza della Repubblica. E ancora: “Alle istituzioni e ai singoli cittadini compete prevenire e contrastare l’incitamento all’odio e alla violenza, mentre i leader religiosi sono chiamati all’insostituibile ruolo di promozione delle fedi quali strumento di pace, dialogo e comprensione tra culture diverse. Il pieno rispetto della libertà di coscienza – principio che trova ampio riconoscimento ed efficace tutela nella Costituzione repubblicana – consente di contrastare efficacemente l’estremismo violento e le discriminazioni su base religiosa, valorizzando l’armonica convivenza tra quanti professano credi diversi”. 

Una lettera che sembra richiamare quella inviata dalla Diocesi di Brescia. L’Ufficio per il Dialogo Interreligioso ha trasmesso, a nome del Vescovo, una lettera in tre lingue – inglese, francese e italiano –  indirizzata ai Centri e alle Associazioni islamiche. Lo stesso Vescovo, nel mese di Marzo, ha fatto visita al Centro Islamico per un momento di fratellanza in nome di quel documento firmato da Papa Francesco ad Abu-Dhabi.  A nome della nostra Diocesi di Brescia – si legge nel documento scaricabile dal sito – in occasione della Festa di Fine Ramadan, intendo rivolgervi il nostro augurio di AID MUBARAK, nell’auspicio che l’Aid al-Fitr possa felicemente coronare nella festa un mese per voi ricco di benefici spirituali. Prego affinché il Dio Onnipotente e Misericordioso faccia scendere la benedizione su tutti voi, sulla vostre comunità e famiglie, in particolare sui vostri giovani”.

Fonte: Quirinale.it, Diocesi Brescia

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui