Matteo Renzi arriva in libreria il 15 febbraio con un libro che racchiude in più di duecento pagine le idee in merito al futuro dell’Italia. L’ex presidente del consiglio si esprime anche su populismo, nazionalismo e fake news.

Matteo Renzi parladi fake news - Leggilo

Dopo il documentario su Firenze a Canale Nove, Matteo Renzi torna alla ribalta con un altro progetto. L’ultima mossa (politica?) dell’ex presidente del consiglio  è la stesura di un libro che raccoglie tutte le sue idee in merito al futuro dell’Italia. Il libro si intitola “Un’altra strada. Idee per l’Italia di domani” e presenta un intreccio di riflessioni che riguardano il governo passato, ma anche il futuro che verrà. Renzi dichiara al “Corriere” di soffermarsi in particolar modo su alcuni punti. Il tema portante infatti è quello di un cambiamento che dovrebbe avvenire nei prossimi anni, quando ci si renderà conto che è necessario ritornare all’Europa e combattere nazionalismo e populismo. Il libro però diventa l’occasione anche per mettere alcuni puntini sulle i. Renzi si esprime infatti anche sui danni che gli hanno arrecato le fake news, create appositamente perché nella sua vita non c’era nulla su cui si potesse speculare. Per questo Matteo Renzi scrive: “Difendo senza remore il ruolo e la funzione dei giornalisti, ma penso che se qualcuno rilancia volutamente una campagna di diffamazione quasi persecutoria vada querelato o comunque sia giusto agire in sede civile per la quantificazione del danno. Ho scelto di farlo in una decina di casi per affermare un principio di civiltà giuridica. Ma resta il fatto che se dovessi perseguire tutti quelli che mentono su di me, di mestiere farei più processi di un cancelliere di tribunale. E comunque rimane l’odore del fango, che non va più via.”

Non mancano i riferimenti anche ai voltagabbana, che appena hanno avuto l’occasione gli hanno voltato le spalle: “Nei confronti dei beneficiari rancorosi non provo rabbia, solo l’indifferenza che si riserva a chi ti delude per ragioni meschine“.  L’esponente del Partito Democratico dichiara che quando va tutto bene tutti ti lusingano, ma poi una volta perso il potere le loro reazioni sono queste: “certo io avrei fatto in un altro modo”. A quel punto verrebbe da dire loro: “e perché non l’hai detto quando c’eri?”. Che il libro sia un intento di mettere nero su bianco responsabilità dell’ex premier sugli esiti del precedente governo o che sia una reale e coerente visione personale di come sarà l’Italia del futuro o entrambe le cose, non è dato sapere. Di fatto il libro, edito da Marsilio, è disponibile in tutte le librerie dal 15 Febbraio.

Fonte: Facebook Matteo Renzi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui