Home Politica Opinioni Cuneo, la bandiera francese ha vita breve. Interviene il Prefetto

Cuneo, la bandiera francese ha vita breve. Interviene il Prefetto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:36
CONDIVIDI

Federico Borgna, Primo Cittadino di Cuneo, aveva fatto esporre al Comune la bandiera francese. Ora c’è l’Italia.

Cuneo, il sindaco espone la bandiera francese

Lo scontro Italia-Francia continua imperterrito. E se c’è chi, come Matteo Renziha preso posizione sostenendo la parte d’oltralpe e vergognandosi di essere italiano, c’è anche chi, per fortuna, non ci rinnega.

Federico Borgna, Primo Cittadino di Cuneo sostenuto dal PD, aveva esposto sul balcone del Municipio di Cuneo la bandiera rossa, bianca e blu dello Stato francese. Il sindaco è non vedente ma riesce a dare corso alle sue attività, politiche e non, perfettamente. Come Matteo Renzi ha aggiunto, questa mattina, sull’account twitter del PD, il drappo francese. Ma la bandiera, da sempre un segno di riconoscimento, al Comune ha avuto vita breve ed ha resistito soltanto un giorno. Poi è intervenuto il Prefetto che, su sollecitazione di Palazzo Chigi, l’ha fatta rimuovere. “C’è un regolamento che prevede di esporre bandiere straniere solo in casi specifici” – una legge del 2000 che disciplina l’esposizione delle bandiere degli Stati stranieri –  “e il Prefetto ha ragione, io ho obbedito”, ha commentato Borgna che poi ha esposto le sue motivazioni, come riportato da La Stampa.

Quando ho letto che la Francia aveva richiamato l’ambasciatore sono stato colto dallo sconforto. La ricerca di consenso in vista delle elezioni europee non può mettere in discussione i rapporti tra i nostri Paesi. Così ho deciso di aggiungere al municipio la bandiera francese a quelle dell’Italia e dell’Europa“, ha spiegato il sindaco di Cuneo prima di fare marcia in dietro e concordare con la decisione del prefetto.

Ora, al Municipio di Cuneo, sventola la bandiera italiana e quella Europea. Il drappo francese è ora esposto in vetrina dell’Urp – l’ufficio relazioni pubbliche – che affaccia su via Roma. Cuneo, in Piemonte, è molto vicina al confine. “Siamo un territorio unico e omogeneo. Cuneo e Nizza sono gemellate da 55 anni ed è una fratellanza vera: il nostro mare è quello nizzardo, le loro montagne sono quelle cuneesi”, ha spiegato Borgna. “Tutti i martedì, quando c’è il mercato, senti parlare francese da tutte le parti. E non dimentichiamoci che per l’economia della Granda la Francia è il primo mercato per valore delle esportazioni”.

Ma la questione non cambia, e ad andare contro Borgna ci aveva pensato su Twitter Giorgia Meloni, di Fratelli d’Italia: “A Cuneo il Sindaco PD espone dal balcone del Comune la bandiera francese in segno di amicizia, dopo la decisione della Francia di convocare l’ambasciatore francese a Roma. Quanto piace, agli esponenti della sinistra comportarsi da servi”, ha twittato l’onorevole. La partita sembra comunque destinata a tenere banco, visto che anche a Torino il sostegno pare andare in direzione nord-ovest, verso la Francia.

Fonti: La Stampa, Twitter Giorgia Meloni

 

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]