Home Persone Giuseppe, al mare con la foto della moglie: “Non posso vivere senza...

Giuseppe, al mare con la foto della moglie: “Non posso vivere senza di lei”

CONDIVIDI

La foto di un uomo anziano in riva al mare di Gaeta con a fianco l’immagine della moglie. Unimmagine scattata da un ristoratore di Gaeta, ha commosso e svelato una storia d’amore commovente.

Dopo qualche giorno è emersa la verità sulla storia di Giuseppe Giordano ha 70 anni, 3 figli che non ha però più al suo fianco l’amata Ida. Giuseppe ha raccontato a Repubblica di essere ancora molto legato alla donna della sua vita: “I figli sono affettuosi, presenti, ma con lei il rapporto era diverso e in qualche modo continua. La porto in collina dove passeggiavamo assieme, mi siedo sulla stessa panchina, andiamo in riva al mare dove nuotavamo da ragazzini”. Un amore, il loro, che al di là della fine terrena non ha mai cessato di esistere.

Giuseppe racconta di averla conosciuta per caso, per far compagnia a una coppia che voleva conoscersi, ma si sono innamorati. La loro vita non è stata facile: Ida scoprì di essere incinta quando lui era partito per il militare, la famiglia la cacciò di casa e la donna andò a vivere dai genitori di quello che sarebbe poi stato il futuro marito. Il 70enne confessa anche di averle parlato di un tradimento, un periodo di grande crisi, che però sono riusciti a superare: “Le uniche discussioni erano a proposito del frigorifero, forse perché aveva fatto la fame Ida faceva la scorta di cibo in maniera assurda, il frigo era stipato all’inverosimile, spesso ci trovavi roba scaduta da settimane”.

Nel 2005 le ho detto l’unico segreto che mi tenevo da anni come un peso, una cosa brutta brutta. Lei si è incavolata, era gelosa, non ci parlavamo, ci siamo scritti lunghe lettere. Poi so solo che mi ha perdonato […] Il nostro rapporto è ricominciato meglio di prima. Una luna di miele durata troppo poco, nel 2011 si è ammalata

Ida  si è ammalata ed è morta improvvisamente, una perdita che però non è mai riuscito a superare e che affronta facendo come se lei non fosse mai andata via: portandola sempre con sé e continuando a farle dei regali.

Diceva che quando sarebbe morta io non le avrei mai portato i fiori. Cosi ho deciso di tenere le ceneri a casa: i fiori li ha belli sempre, tutti i momenti e io la sento vicina”.